Ripulita la discarica abusiva del rio Isornino a Zornasco

Impegnate squadre del Soccorso alpino e della Prociv oltre agli operai del Comune di Malesco

zornasco -

Circa due mesi fa, esattamente il 10 di marzo, scrivemmo di un comportamento incivile, quello con cui la maleducazione travalica direttamente nell'ignoranza e nella mancanza di rispetto per il bene comune. Ci riferiamo all'articolo (leggi nei collegati) che faceva riferimento ad una discarica abusiva a cielo aperto scoperta a Zornasco. Vestiti, sacchi di immondizia varia, un bidone per la raccolta differenziata, altri sacchetti di rifiuti, un televisore e addirittura un mobile. Uno "spettacolo" davvero indecoroso quello che si notava guardando nel greto e lungo le sponde del torrente Isornino. Un segno di inciviltà di qualcuno (probabilmente più di uno) che stride con la passione e l'attaccamento al paese dimostrato dai zornaschesi: un esempio su tutti è quello dei componenti del gruppo Zornasco Team, sempre in prima linea nell'organizzare eventi che promuovono la frazione maleschese. Per cancellare questo scempio è ora intervenuto il Comune insieme alla macchina del volontariato. Stamane squadre del soccorso alpino della Valle Vigezzo e volontari del gruppo comunale di Protezione civile di Malesco, unitamente agli operai del Comune. hanno lavorato senza sosta per ripulire l'area dai rifiuti; un lavoro non semplice: gli uomini del soccorso alpino per scendere lungo il ripido pendio hanno dovuto effettuare alcune "calate" con le corde e sono state impiegate anche specifiche manovre di soccorso. In tutto sono stati riempiti di rifiuti dieci grossi sacchi e sono stati effettuati alcuni viaggi con il Piaggio Porter del Comune fino alla discarica di valle. Tra i rifiuti abbandonati vi era un pò di tutto: vestiti, pezzi di vecchi mobili e immondizia varia. "Alla fine basterebbe poco, un pò di senso civico: in Valle Vigezzo è attivo ed è a disposizione un polo ecologico"  spiega il sindaco di Malesco e presidente dell'Unione Montana Valle Vigezzo, Enrico Barbazza -. Il mio ringraziamento a nome di tutta l'amministrazione comunale va al soccorso alpino, agli operai e alla protezione civile per il grande lavoro svolto e l'auspicio è che fatti incresciosi come questi non abbiano più a ripetersi".

 

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...