Soddisfazione per la seconda edizione di Domosofia

DOMODOSSOLA -

Potremmo definirla una edizione 'da sogno', proprio come il tema che ha fatto da filo conduttore alla 2^ edizione di Domosofia, il Festival delle idee e dei saperi che dal 19 al 24 settembre 2018 ha acceso ed emozionato il centro storico di Domodossola. Sono state oltre 6.500 le persone che hanno preso parte alle sei giornate di incontri, dibattiti, laboratori ed esibizioni artistiche ospitate nel cuore della città. Anche quest'anno, fortunatamente, il bel tempo ha fatto da complice al grande successo di pubblico, con il tutto esaurito nelle strutture ricettive.

Grande seguito del Festival anche sui social network che hanno totalizzato quasi 900 mila impression, con un particolare riscontro su Instagram. Nelle giornate di sabato e domenica il social preferito dai giovani ha superato sul profilo di Domosofia 600 mila impression con centinaia di like ai post dedicati all'evento. Più di 23 mila, invece, le visualizzazioni dei video sulla pagina Facebook, che ha quasi triplicato i suoi fan. Più che triplicati anche gli accessi al sito internet del festival.

Tra gli ospiti più attesi dal pubblico il grande Mogol, il Direttore de La Stampa Maurizio Molinari, ma anche personaggi televisivi come Le Iene o star del web come Gordon, e poi il filosofo Giulio Giorello, lo psicoterapeuta Raffaele Morelli, protagonisti accanto ad astrofisici, game designer, manager e scrittori, per un totale di oltre 40 ospiti e più di 25 incontri gratuiti e aperti a tutti.

Grande successo anche per la cena di arrivederci che ha chiuso lunedì sera il Festival con la partecipazione degli chef Marco Sacco (due stelle Michelin al Piccolo Lago), Andrea Ianni  (Trattoria Vigezzina), Gianni Bona (Le Colonne), Giorgio Bartolucci (Atelier Restaurant) e Matteo Sormani (Locanda Walser Schtuba).

Così il Sindaco di Domodossola Lucio Pizzi: «Siamo estremamente soddisfatti della crescita che Domosofia ha avuto quest'anno. Uno degli obiettivi del festival è quello di creare occasioni di incontro e confronto per cittadini e visitatori: aver registrato un riscontro pieno a tutti gli appuntamenti è un grande risultato. Il nostro auspicio è che la manifestazione cresca ogni anno di più. Subito dopo la chiusura di questa edizione 2018 ho condiviso con il Vice Sindaco Tandurella alcune ipotesi di lavoro da sviluppare nella terza edizione che, possiamo già anticiparlo, si terrà dal 19 al 22 settembre 2019”.

Aggiunge il Vice Sindaco con delega al Turismo Angelo Tandurella: “Siamo molto contenti per il pubblico record e per il netto salto in avanti fatto in questa edizione su web e social network. Il festival si conferma un ottimo veicolo di promozione turistica della nostra città, le cui splendide piazze sono l’impareggiabile sfondo degli appuntamenti proposti. Come ci prefiggevamo, Domosofia ha coinvolto tutte le fasce di pubblico, compresi i giovani. È un segnale importante, perché il tema scelto per questa seconda edizione era il sogno come propulsore del nostro presente e del nostro futuro e per citare le parole di uno degli ospiti di Domosofia, il filosofo Giulio Giorello, il nostro secolo ha bisogno di una rinnovata capacità di sognare”.

Domosofia è organizzato dalla Città di Domodossola e dal quotidiano La Stampa, con il sostegno economico di Fondazione Cariplo, SBB Cargo International e numerosi altri soggetti pubblici e privati, oltre al Patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte e alla collaborazione di realtà locali come Ars.Uni.VCO, la Libreria Grossi, l'Associazione Ruminelli, la Pro Loco di Domodossola.

 

C.S.
Ricerca in corso...