Statale 33, in primavera i primi lavori per il rifacimento dell'asfalto. Già affidati gli interventi d'urgenza

Si è tenuto questa mattina il vertice in Prefettura dedicato alle criticità della statale del Sempione

VCO -

VERBANIA - Sono statI già attivati i lavori di emergenza per l'eliminazione delle situazioni di maggiore pericolo alla circolazione lungo la statale 33 del Sempione. Inoltre lavori di rifacimento della pavimentazione per una somma pari a 2,5 milioni di euro e che riguarderanno circa 5 km della statale nei tratti più ammalorati sono stati già affidati. Prenderanno il via in primavera e si concluderanno entro l'estate. Sono stati inoltre già programmati analoghi interventi per un importo di 20 milioni di euro suddivisi in quattro anni con 5 milioni di euro l'anno a partire dall'anno corrente, che consentiranno il quasi totale rifacimento arteria internazionale. È quanto ha assicurato il rappresentante del coordinamento territoriale del nordovest di ANAS alla riunione convocata questa mattina in Prefettura alla presenza del presidente della Provincia, Stefano Costa, dei rappresentanti delle unioni montane dell'Ossola e dei vertici delle forze di polizia e dei vigili del fuoco.

Questi interventi saranno aggiuntivi rispetto al rifacimento dei giunti di dilatazione finanziati con risorse a parte e già in atto dallo scorso anno.  È stato inoltre precisato che Anas ha preferito, durante la recente emergenza, intervenire sulle buche creatasi con rappezzi a freddo per evitare una chiusura dell’arteria nei tratti più critici, che avrebbe in quel caso creato ancora più disagi di percorribilità agli utenti. «Unico rammarico - aggiunge Costa -  la presa d’atto che gli interventi stimati nel 2011 in 40Ml di euro, ancorché con fondi mai stanziati, siano quasi dimezzati nell’entità e che siano previsti diluiti in quattro anni».

Altra problematica affrontata è stata quella dei rifiuti abbandonati nei pressi delle piazzole di sosta, criticità segnalata dai rappresentanti delle comunità locali. A questo riguardo Anas ha ribadito la propria estraneità alla raccolta dei rifiuti. Mentre i rappresentanti della provincia e delle comunità montane si sono dichiarati soddisfatti degli impegni assunti dei vertici di Anas, il questore Salvatore Campagnolo al termine della riunione, tenuto conto dei disagi e dei sinistri che si sono verificati in occasione della recente ondata di maltempo, ha richiamato la necessità che l'ente gestore assicuri in via preventiva una efficace preparazione con salatura e pulizia delle strade statali. In conclusione il prefetto Iginio Olita, in considerazione delle scadenze indicate, ha convenuto con gli intervenuti di convocare una nuova riunione entro il mese di aprile. Servirà verificare l'avvio dei lavori e a coordinare e risolvere eventuali problematiche connesse alla presenza dei cantieri.

 

redazione
Ricerca in corso...