Villa, approvato il bilancio consuntivo

villadossola -

E' stato approvato ieri sera il bilancio consuntivo del 2017 del Comune di Villadossola, contro ha votato la minoranza. “La crisi finanziaria e le scelte politiche generali, improntate alla riduzione del debito pubblico - ha detto l'assessore al Bilancio Alberto Lepri - hanno imposto enormi sacrifici agli enti locali sia in termini di risorse sia in termini di restrizioni sulla capacità di attuare investimenti. Nella gestione corrente, oltre agli impegni strutturali, si è avuto riguardo alle attività culturali, al settore scolastico e alle politiche sociali”. L'assessore ha poi spiegato che : “In questi anni di continue restrizioni di trasferimenti statali l’amministrazione, con un proficuo lavoro dell’ufficio tributi, ha attuato un piano di controlli sulle imposte dovute riducendo gli anni di carenza di controllo, con l’obiettivo di giungere nel 2020 al controllo dell’anno precedente”. Il capitolo delle entrate evidenzia una stabilizzazione delle entrate tributarie con una cospicua entrata straordinaria di quasi 300.000 euro di accertamento ICI su Domo2 Rfi. L'avanzo di amministrazione è di 907.427 di cui 88.395 sono la sola parte libera. Infatti 367.064 si riferiscono al fondo crediti di dubbia esigibilità, 241.678 sono vincolati per norme di legge 126.590 hanno vincoli da trasferimento 45.000 vincolati da contrazione mutui. Le entrate correnti sono state di 5.635.190 con spese correnti impegnate per 4.858.391. “I sovracanoni Bim, proventi da canoni idroelettrici, 308.000, rappresentano ancora un’importante entrata per il bilancio comunale – ha detto Lepri - si registra invece la forte riduzione dei dividendi SEO, da 150.000 a 35.000”. Il Comune, nel 2017, ha beneficiato di rimborsi mutui per 216.081 di cui 106.081 dalla Seo per la Centrale del Rio Arsa e 110.000 dall’Ato per la rete idrica. Tra i trasferimenti la voce più significativa è quella relativa al servizio raccolta rifiuti per i gestori e la Provincia pari a 995.800 . Tra le spese si registrano trasferimenti per Conser e Coub per 948.000 comprensivi del servizio di spazzamento strade potenziato rispetto al passato con l’affidamento della gestione all’esterno. Per il teatro La Fabbrica” la copertura dei costi è intorno all’85%. La minoranza ha votato contro al bilancio consuntivo. “Il paese si presenta sporco, disordinato, con posteggi selvaggi – ha detto il capogruppo Bruno Toscani - non parliamo del problema idrico conseguenza di incapacità gestionale. Il piano neve è disastroso i marcipiedi appena costruiti da rifare, le piccole manutenzioni per risolverle passano mesi, gli asfalti sono da paura. Pertanto il bilancio consuntivo non avrà il nostro voto a favore”.

Mary Borri
Ricerca in corso...