Borse di studio, Preioni (Lega): nessun taglio e nessuna penalizzazione agli studenti universitari

Per il presidente del Gruppo consiliare Lega Salvini in Regione si tratta di una campagna di disinformazione delle minoranze

Torino -

Posso assicurare, come ho già avuto modo di dire in aula, che nessuna risorsa sarà distolta dal diritto allo studio. La ferma volontà del mio Gruppo è quella di mantenere in toto le borse di studio universitarie con le somme attuali, senza penalizzare gli studenti, nemmeno di un euro. Infondate le prese di posizione da parte delle minoranze”.

Alberto Preioni, presidente del Gruppo consiliare Lega Salvini in Regione Piemonte, dissolve ogni tipo di dubbio dopo la presentazione di una delibera in materia che ha suscitato dibattito, e torna a ribadire che l’Amministrazione regionale intende garantire il diritto allo studio.

Non ci sarà alcun taglio -afferma Preioni - come peraltro dichiarato dallo stesso Governatore Cirio e nemmeno alcuna violazione delle regole contabili. La formazione resta un elemento cardine delle politiche della Lega Salvini. Chi ha paventato altro in consiglio - si legge nella nota - l’ha fatto al solo scopo di alimentare polemiche. Una campagna di disinformazione, quella innescata dalla minoranza su questo tema, che i piemontesi non si meritano. Dal punto di vista meramente tecnico -conclude Preioni- la riduzione del trasferimento di risorse sarà compensata da un avanzo di amministrazione di Edisu di oltre 15 milioni di euro. Si tratta di un ragionamento puramente contabile”.

 

Ricerca in corso...