Dipartimento Regionale 118, presentato il resoconto delle attività: oltre 421mila gli interventi nel 2019

Per quanto riguarda l'elisoccorso dal 2013, anno in cui si volava solo in diurno, ad ora è stato registrato un costante lieve aumento delle missioni

Torino -

Attività in crescita, ma anche una migliore gestione delle chiamate che permettono agli operatori da un lato e ai cittadini dall’altro una maggiore sicurezza e appropriatezza di intervento. In sintesi, è l’attività del Dipartimento regionale 118 che nella giornata del 20 dicembre 2019, presenta i dati dell’attività del 2019 e li mette a confronto con gli anni precedenti, dall’entrata in vigore del numero unico dell’emergenza 112 all’attivazione del volo notturno, che ha aumentato le missioni, ma ha anche visto proliferare i siti di atterraggio per il volo notturno, distribuiti su tutto il territorio regionale, finanche in alcuni rifugi alpini.

Il Dipartimento Regionale 118 dispone ad oggi 6 strutture complesse che comprendono: 4 Centrali Operative Emergenza Sanitaria Territoriale ad Alessandri, Cuneo, Torino e Novara; una struttura complessa Elisoccorso 118; una Struttura complessa Maxiemergenza 118 con Emt2 ed un Supporto tecnico, farmaceutico, logistico, il Dipartimento farmaceutico AslTo3.

Al dipartimento operano 316 Medici, 524 Infermieri, 3 Dirigenti amministrativi, 15 Collaboratori amministrativi, 14 Operatori tecnici, 1 Tecnico informatico. I volontari del soccorso piemontese sono 29.000.

Gli interventi complessivi, via terra ed elisoccorso sono stati 421.328 (proiezione al 31 dicembre). Le chiamate, nel 2019, sono state 474.589. In calo e con una maggiore appropriatezza dal 2017, anno di attivazione del numero unico di emergenza 112. Le chiamate vengono gestite e distribuite alle diverse centrali e agli operatori impegnati nei diversi tipi di intervento e alle forze dell’ordine competenti per territorio, filtrando le chiamate e garantendo una maggiore appropriatezza e adeguatezza della risposta del chiamante.

L’aumento percentuale del numero delle missioni per centrale, dal 2015 al 2019, è stato dell'8% nel quadrante No-Vco-Bi-Vc. Del 7% su Al-At; del 13% su CN e del 22% nel quadrante di Torino.

Per quanto riguarda l' elisoccorso dal 2013, anno in cui si volava solo in diurno, ad ora è stato registrato un costante lieve aumento delle missioni. Gli interventi totali nel 2019 sono stati 2.955.

Grande impegno è stato profuso per reperire aree idonee all’atterraggio notturno. Molto si deve alla volontà e al desiderio dei sindaci di fornire un servizio ai propri cittadini. Al momento attuale le piazzole sono 162 e domenica (se le condizioni metereologiche sono favorevoli) si arriverà a 165 siti atterraggio notturno validati. Il quadrante Novara Vco ha all'attivo 31 aree disponibili. Alessandria 29, Torino 57 e Cuneo 43.

Per quanto riguarda gli incidenti sul lavoro si registra un aumento significativo, ma perlopiù correlato ad infortuni di bassa gravità.

Ricerca in corso...