In occasione della Giornata della memoria, alla Soms la proiezione del film “Il labirinto del silenzio"

La storia incredibile del primo processo di Auschwitz nella Germania

DOMODOSSOLA -

Sabato 26 gennaio alle ore 20.45, in occasione della Giornata della memoria, si terrà presso lo Spazio Contemporaneo della Soms Domodossola la proiezione del film“Il labirinto del silenzio”.

Il film, candidato all'Oscar 2016, racconta l'incredibile storia di un giovane procuratore tedesco che, in una neonata Repubblica Federale Tedesca che vuole dimenticare il periodo nazista, incontrando un giornalista, viene in possesso di alcuni documenti inerenti al passato di un insegnante elementare di Francoforte che aveva prestato servizio nel campo di concentramento di Auschwitz.

Da qui inizierà la storia umana e professionale di questo magistrato che lo porterà a scoprire un intreccio quasi inestricabile di vicende amare e crudeli che coinvolgeranno la sua famiglia, le sue amicizie ed i suoi sentimenti.

Nelle sue indagini incrocerà le figure di Josef Mengele e Rudolf Hoess, ma scoprirà anche il passato nazista di suo padre fino alla confessione dello stesso giornalista che aveva dato il via alla sua inchiesta e che dichiarerà di essere stato in gioventù una SS in servizio proprio ad Auschwitz.

Il procuratore si allontanerà volontariamente dall'indagine per poi riprenderla dopo qualche tempo ed iniziare nel 1963 il "processo di Francoforte" che si concluderà due anni dopo.

Fu questo il primo processo celebrato in Germania di fronte ad una corte di giustizia tedesca per i crimini nazisti nei confronti degli Ebrei e di tutte le altre popolazioni coinvolte da queste atrocità.

"Il film - spiegano dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Domodossola - verrà proiettato solo per i Soci e sostenitori della Soms e, causa l'esiguità dei posti a sedere dello Spazio Contemporaneo, fino ad esaurimento degli stessi".

Redazione on line
Ricerca in corso...