Alla scoperta dei sapori e della tradizione dell'Hostaria da Boh

DOMODOSSOLA -

All'interno del centro storico domese, esiste un piccolo luogo che negli anni ha raccolto generazioni di domesi e non solo. Un locale che ha fatto della qualità e della sua semplicità, da sempre, un marchio di garanzia. A chi non è capitato, poi, camminando per il borgo, di essere rapito dall'inferriata che da sul giardino esterno e di averci buttato un occhio? Stiamo ovviamente parlando dell'Antica Hostaria da Boh, ora rinnovato in ristorante e pizzeria. La cucina, oltre ad aver conservato le proprie caratteristiche peculiarità, tipiche dell'osteria di un tempo, si è rinnovata ed implementata nelle offerte. Il menù consolidato dell'Hostaria da Boh, è stato affiancato da un nuovo menù della vecchia tradizione, con i piatti genuini che tanto fanno invidiare il nostro paese ai turisti: dalla zuppa di fagioli, con pane tostato, alla tegamata toscana, dalla trippa grossolana, al pollo con peperoni.

Come da tradizione, soprattutto con l'approssimarsi della bella stagione, il giardinetto interno potrà essere punto di aggregazione per degustazioni. la vera novià all'Antica Hostaria da Boh sono il forno e la pizzeria. Anche in questo caso nulla di banale: l'attenzione alle materie prime, anche per la pizzeria, ha portato Carlo, il proprietario, a scegliere delle farine particolari, di tipo 2, macinate a pietra. La tipicità di questa lavorazione permette, infatti,  durante la molitura di conservare le proprietà del chicco di grano. La lievitazione naturale, inoltre, permette una più semplice digeribilità. Il locale, completamente rinnovato, offre sotto le feste natalizie degli speciali menù, sia per Natale che per Capodanno, capaci di stimolare i palati più sofisticati.  (I.P.)

Fabrizio Francina
Ricerca in corso...