Compie 10 anni l'Ecomuseo di Malesco

MALESCO -

Sarà una primavera carica di iniziative quella dell’ Ecomuseo di Malesco che compie 10 anni .
Dalla mostra in 3D ad un nuovo portale e tante altre occasioni in collaborazione con la comunità
Riconosciuto dalla Regione Piemonte, nel 2007, l’Ecomuseo maleschese, è dedicato alla pietra ollare e agli Scalpellini e quest’anno celebra i primi dieci anni di vita.
Per festeggiare questo importante traguardo sono state organizzate una serie di iniziative che si svolgeranno a partire dalla metà di maggio e che coinvolgeranno la comunità e alcune associazioni.
Ricordiamo che l’Ecomuseo, oltre ad occuparsi della tutela del patrimonio culturale di Malesco e frazioni, si fa portavoce del proprio territorio e diventa strumento a disposizione della comunità.
Per questo motivo ha attivato una serie di azioni in collaborazione con la popolazione, alcune delle quali mirate alla tutela del prodotto (come nel caso dell’Accademia dei runditt),altre volte alla ricostruzione e ricerca storica (ad esempio il percorso in collaborazione con Zornasco o le pubblicazioni di opuscoli denominate Quaderni dell’Ecomuseo).
Tra le proposte vi sono: la presentazione di un nuovo portale e di due opuscoli, escursioni e visite guidate , incontri, una mostra del tutto particolare e le attività di comunità.
L’Ecomuseo, a partire dall’ottobre scorso, ha avviato il già citato lavoro di ricostruzione storica che si concretizzerà con una mostra fotografica, presentata durante la Festa Patronale di San Bernardo, nella frazione maleschese.
In collaborazione con l’Associazione Canapa Alpina, sempre a Zornasco , sabato 13 maggio, nell’ottica del recupero di saperi tradizionali e dopo il successo della settimana della canapa, si è svolta la festa della semina.
Un piccolo campo dimostrativo, frutto di un lavoro comunitario, prenderà vita con l’intento di valorizzare oltre all’ antico sapere, lo storico mulino che presenta un frantoio per la canapa.
Il 21 maggio anche l’Ecomuseo aderirà all’iniziativa Viva Vigezzo, il primo open day della valle alpina. Durante la giornata saranno aperti musei, chiese ed organizzate una serie di interessanti iniziative. Per l’occasione sarà possibile visitare il mulino di Zornasco e il Museo del Parco Nazionale della Val Grande dalle 10 alle 12 e dalle 13.30 alle 17.30.
Le visite guidate al mulino, nel pomeriggio (dalle 14 alle 17),saranno a cura dei bambini della frazione maleschese, nell’ambito delle Giornate europee dei mulini storici, organizzate dall’Aiams (Ass. Italiana Amici dei mulini storici) di cui fa parte la struttura museale.
Un ‘esposizione del tutto particolare, sarà inaugurata il 26 maggio presso il Museo del Parco . La mostra dal titolo Fotografia in 3Dimensioni. La Val d’Ossola del 1900 è a cura di Maurizio Zanni.
Nella sala del camino verranno riproposte alcune fotografie in 3D che illustrano eventi e luoghi di Malesco, della Val Vigezzo e dell'Ossola, tratte da antiche lastre stereoscopiche effettuate dal vigezzino Giovanni Bertina, ad inizi ‘900.
La mostra sarà visitabile i week-end di maggio e giugno e tutti i giorni (ad esclusione del giorno di chiusura settimanale) dal 1 luglio al 3 settembre.
Il 4 giugno, in occasione della sagra, dedicata ai runditt, turtei e alla turte ad San Per, sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 18, con un momento speciale in compagnia del curatore della mostra (Dalle 15 alle 17 ).
Sabato 27 maggio, nell’ambito della Settimana Europea dei Parchi , sempre al Museo del Parco si terrà la presentazione del nuovo portale dell’Ecomuseo e del primo numero di una collana denominata Quaderni dell’Ecomuseo, dedicato alla pietra ollare. Nel primo pomeriggio dello stesso giorno, alle 16, è prevista una passeggiata sulla stessa tematica, in centro storico, in compagnia dell’archeologa Elena Poletti.(Prenotazione obbligatoria entro il 24/05).
Ma le novità non finiscono qui e l’Ecomuseo sarà protagonista di Aspettando la sagra del 2 giugno. In quest’occasione avverrà la nomina ufficiale del prodotto Runditt a Comunità del cibo di Slow Food e nell’ottica della ricerca storica sarà presentato il secondo quaderno dell’Ecomuseo dal titolo “Runditt, una tradizione che guarda al futuro”, a cura di Nadia Caretti. Alle 10.30 al Museo del Parco.
La presentazione della sagra e del programma della seconda edizione, si terrà il 20 maggio presso L’Ossola Shopping Center di Crevoladossola, alle ore 16.30.
Queste solo alcune delle iniziative che si svolgeranno prossimamente a Malesco e che dal 27 maggio troverete sul nuovo portale www.ecomuseomalesco.it
Per maggiori informazioni 0324/92444

(C.S.)

Redazione on line
Ricerca in corso...