Giovanola (UMVV): "Senza l'apertura di Camedo la situazione è davvero critica"

Un nuovo appello per la riapertura del valico tra la Valle Vigezzo e il Canton Ticino

SANTA MARIA MAGGIORE -

Un nuovo appello per la riapertura di Camedo viene lanciato dall'Unione montana Valle Vigezzo. "Prendiamo atto della decisione della Svizzera di aprire da lunedì tre valichi ma sinceramente -  dichiara il presidente Paolo Giovanola - ci aspettavamo uguale trattamento anche per Camedo. La situazione è problematica per i nostri frontalieri i quali da lunedì avranno anche un nuovo disagio, con l'avvio dei lavori di riasfaltatura della strada della Cannobina. Auspichiamo che la Svizzera prenda in considerazione urgentemente la possibilità di riaprire Camedo. Chiediamo inoltre alla Provincia di agevolare il più possibile il transito dei frontalieri in Cannobina, con l'impiego dei movieri e non dei semafori".

 

 

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...