Il vento ha riattivato l’incendio di Dissimo: le fiamme rischiano di sconfinare in Svizzera

Il sindaco Pastore ha richiesto l'intervento dei mezzi aerei dell'Esercito

Dissimo -

E' ancora il vento a dettare legge sull'incendio di Dissimo che nel pomeriggio ha ripreso purtroppo vigore. E' amareggiato il sindaco di Re: "Sono arrabbiato e deluso - sbotta Oreste Pastore -. In mattinata tutto sembrava risolto poi il vento ha ripreso a soffiare e le fiamme sono ripartite. Verso le 15 è arrivato in zona l'elicottero Erickon dei vigili del fuoco ma non ha potuto operare per il forte vento. Ora la situazione è nuovamente critica". Intorno alle 18 Pastore ha richiesto alla Prefettura l'intervento degli elicotteri dell'Esercito. "Mi era stato anche garantito che sarebbe arrivato un Canadair ma non si è visto" evidenzia il primo cittadino di Re -. Ora il fuoco ha ripreso a bruciare la zona di Cima Motto e il rischio è che si possa spingere oltreconfine, nella vicina Svizzera" conclude Pastore.

 

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...