/ Cultura e spettacoli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura e spettacoli | 10 marzo 2021, 10:40

Il 'puncetto' aspira diventare patrimonio dell'Unesco

La proposta fatta in Valsesia. Una tradizione, quella della 'riséla', che sopravvive anche ad Antrona Schieranco

La copertina del libro 'La riséla di Antrona, edito dalla libreria La Pagina di Villadossola

La copertina del libro 'La riséla di Antrona, edito dalla libreria La Pagina di Villadossola

‘’Prosegue l'iter per la candidatura a Patrimonio Unesco del puncetto valsesiano,  il pizzo ad ago tipico della parte alta della Valsesia (Vercelli), la cui arte è stata inventata nell'Ottocento dalle donne di Riva Valdobbia, Fobello e Carcoforo’’. La notizia è stata rilanciata pochi giorni fa dall’Agenzia Ansa.


E’ l'Unione Montana della Valsesia, insieme al Comune di Varallo, ad aver candidato l'eccellenza vercellese a patrimonio dell'Umanità, insieme ad altri 24 altri merletti italiani.

Dalla Valsesia alla valle Antrona il passo è breve. Perché ad Antrona Schieranco la ‘’riséla’’ , come viene chiamata qui, resta una delle più importanti caratteristiche del paese. Un’arte apprezzata e valorizzata,  soprattutto tramandata sino ad oggi.  Proprio di recente Libreria  ‘’La Pagina’’ di Villadossola aveva dato alle stampe un libro scritto da Iolanda Frisa dal titolo ‘’La Riséla di Antrona’’.

La pubblicazione valorizzava l’elegante lavoro artigianale con ago e filo, dove sono raccolte esperienze e racconti. Una tradizione custodita gelosamente in valle, dove sono stati organizzati anche dei corsi per cercare di far sopravvivere questa tradizione. Un tipo di ricamo che si dice fosse anche apprezzato dalla Regina Margherita, che saliva in vacanza a San Pietro, in valle Antrona.

Ad Antrona, però, non si è mai pensato a puntare sul riconoscimento dell’Unesco come in Valsesia. In passato la Pro Loco aveva pensato ad una forma che potesse portare ad industrializzare il marchio ma tutto si è arenato.

 

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore