/ Confine

Che tempo fa

Cerca nel web

Confine | 20 marzo 2021, 18:50

Ascona, Pasqua da tutto esaurito e il sindaco annuncia misure di contenimento

Obbligo della mascherina nel Borgo. Il primo cittadino non esclude la possibilità di chiudere la piazza

Ascona, Pasqua da tutto esaurito e il sindaco annuncia misure di contenimento

Si profila il tutto esaurito per il ponte di Pasqua ad Ascona. Un afflusso che, se rincuora hotel, bar, ristoranti e affittacamere preoccupa il Municipio. Intervistato dai media d’oltreconfine il sindaco, Luca Pissoglio, annuncia misure di contenimento. Non esclusa quella estrema di chiudere la piazza.

“Anche se – ammette – non sarebbe una bella immagine per Ascona”. Nei vicoli e nelle piazzette del Borgo, a ridosso del lungolago, scatterebbe l’obbligo d’indossare la mascherina. Una misura che avrebbe avuto il benestare del governo di Bellinzona. Bene l’apertura delle terrazze all’esterno dei ristoranti concessa da Berna, aggiunge Pissoglio: “La nostra preoccupazione è che si possano creare code in piazza davanti ai take away e che le persone si assembrino sui muretti in riva al lago”. Caustico, invece, sulla concessione d servire ai tavoli solo all’esterno, Massimo Suter, presidente di Gastro Ticino che l’’ha definita “una presa per i fondelli”. Avrebbe preferito che i ristoranti potessero servire i clienti anche all’interno con il dovuto distanziamento.


In tutto il Canton Ticino si sta registrando una vera e propria “esplosione” degli affitti brevi lievitati di oltre il 140 per cento.


Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore