/ Domodossola

Che tempo fa

Cerca nel web

Domodossola | 08 giugno 2021, 14:00

La sede dell’Unione Valle Ossola è il nuovo centro vaccinale domese FOTO E VIDEO

La riorganizzazione permetterà di vaccinare molte più persone al giorno, alleggerendo la pressione sul San Biagio

La sede dell’Unione Valle Ossola è il nuovo centro vaccinale domese FOTO E VIDEO

La sede dell’Unione Valle Ossola diventa il centro vaccinale di Domodossola. L'hanno confermato i vertici dell'Asl durante l'inaugurazione del centro che è stato ricavato nella grande sala consiliare dell'Unione, al terzo piano dell'edificio di via Romita a Domodossola.

“Simbolico” il taglio del nastro avvenuto martedì mattina: mentre i giornalisti ascoltavano i vertici dell'asl i motivi della scelta, la sala consiliare era già stata trasformata in un “ambulatorio” con diverse postazioni vaccinali e una coda già nutrita di persone in fila per ricevere le dosi del vaccino “Pfizer”.

‘’Si tratta di una riorganizzazione che molto si adatta alla nostra necessità’’ dice Chiara Serpieri, direttrice dell'Asl . ‘’Spazi più agevoli e flessibili per chi opera e per gli utenti - aggiunge - , che ci permettono di vaccinare molte più persone giornalmente, liberando così l'ospedale San Biagio dove dobbiamo far ripartire alcune attività bloccate con l'emergenza covid. L’operazione è stata possibile grazie alla disponibilità dell’Unione e grazie ai nostri operatori che si sono riorganizzati al meglio, ma anche grazie alla consolidata esperienza e professionalità delle nostre equipe impegnate nella vaccinazione. Ci permetterà di incrementare la nostra capacità giornaliera di vaccinazioni’’.

 

 

Soddisfatti il sindaco di Domodossola, Lucio Pizzi, e il presidente dell’Unione, Bruno Toscani.

‘’Le istituzioni si devono mettere a disposizione e noi l'abbiamo fatto - spiega Toscani - ; devo dire che l'Asl ha attrezzato molto velocemente questo polo’’. Per il sindaco Pizzi ‘’questo permetterà di implementare le vaccinazioni affinché si possa tornare finalmente alla normalità’’.

Al polo vaccinale, che sarà aperto dalle 8 alle 16,30 , lavorano 15 operatori, alcuni dei quali impegnati dietro le quinte nella preparazione delle dosi. ‘’Un lavoro che nessuno vede ma che ha una grande importanza - dice la direttrice Serpieri - . Per ogni somministrazione c'è il lavoro di un'ora e mezza. E questo la dice lunga sulla mole di ore richieste per le somministrazioni di vaccini’’.

Ad oggi, nel Verbano Cusio Ossola sono state fatte 110 mila vaccinazioni.

Come detto la nuova sede vaccinale permetterà di “alleggerire” la pressione sull’ospedale. ‘’Credo che dall’inizio di luglio potremo cominciare a rimettere in moto i servizi ospedalieri interrotti nel corso della pandemia’’ afferma Serpieri.

 

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore