/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 07 luglio 2021, 11:10

Conto alla rovescia per la prima edizione del ValGrandeBellezzaFest

Dall'8 luglio 4 giorni di festa, 4 compagnie di circo contemporaneo, 3 marching band, 1 residenza artistica, 9 spettacoli e 2 laboratori di circo per bimbi

Conto alla rovescia per la prima edizione del ValGrandeBellezzaFest

Ai nastri di partenza la prima edizione del ValGrandeBellezzaFest, un nuovo festival nato coraggiosamente durante i periodi di restrizioni per il contenimento della pandemia, che vuole essere un piccolo e modesto contributo alla ripresa degli spettacoli dal vivo, un sostegno agli artisti e ai lavoratori dello spettacolo, un’offerta di arte e cultura al pubblico.

Si parte da Cicogna e Cossogno, la prima, “capitale” della ValGrande, unico villaggio abitato tutto l’anno all’interno dei confini del parco, e l’altro, il paese di cui Cicogna è frazione, alle porte del Parco e a pochi chilometri dal Lago Maggiore.

4 giorni di festa, 4 compagnie di circo contemporaneo, 3 marching band, 1 residenza artistica, 9 spettacoli e 2 laboratori di circo per bimbi, il tutto con un linguaggio internazionale, poco parlato e molto visivo e uditivo, adatto a grandi e piccini, e una forma d’arte con installazioni sostenibili e molto compatibili con l’ambiente naturale che le ospita.

Ma vediamo nei dettagli il programma e gli artisti invitati: giovedì 8 luglio, a Cicogna, alle ore 17 e 21 “StartArt into the wild”, anteprima dello spettacolo frutto della residenza artistica dei Barlafus, giovane compagnia sulla quale il festival ha deciso di investire; i 3 giorni successivi saranno al Parco di Inoca a Cossogno: venerdì 9 luglio alle ore 17 e 21 Olivia Ferraris in “Oh My God!”, con incursioni musicali on the road della Dirty Dixie Jazz Band; sabato alle ore 17 e 21 Miss Jenny Pavone in “Waiting for the miss”, mentre a farci ballare e battere le mani tocca alla Spider Brass Band; domenica alle ore 11 la prima nazionale di “StartArt into the wild”, con la presenza dei Sindaci dei 13 Comuni del Parco invitati con l’obiettivo di far partire un tour dei Barlafus, mentre alle ore 17 e 21 ci sarà una tappa della tournèe internazionale della scuola di circo svizzera Cirque Toamême che presentano “Le Divan”; ai fiati e alle percussioni con ritmi techno la Mefisto Brass Band. Sabato e domenica alle ore 15 laboratori di circo per bimbi, sempre al Parco di Inoca.

Un programma ricco, vario e artisticamente di qualità, che vede la presenza di artisti affermati, allievi di una scuola e una giovane compagnia, tutti segnali di sostegno e supporto che l’organizzazione vuole dare al mondo dello spettacolo.

Agli artisti sarà riconosciuto un cachet per la loro prestazione artistica, e gli spettacoli saranno offerti gratuitamente al pubblico, in modo da non mettere alcun vincolo per permettere a tutti di goderli, ma sarà data la possibilità agli artisti di “fare cappello” a fine esibizione, invitando fin da ora il pubblico ad essere generoso, quale segnale di condivisione dei nostri obbiettivi.

E per rendere ancora più sostenibile la manifestazione e far gustare meglio la bellezza di questi luoghi al pubblico sarà organizzata un’area ristoro al Parco di Inoca, un’area camper e tende gratuita, delle attività escursionistiche e informative da parte delle Guide Ufficiali del Parco ValGrande: l’invito è quindi quello di prendere l’occasione del festival per passare qualche giorno in questi luoghi meravigliosi, soggiornando nelle strutture ricettive locali.

Un festival che parte piccolo, ma non troppo, e che però ha già grandi sogni: già dalla prossima edizione vorremmo farlo diventare itinerante per il Parco, con esibizioni non solo nei Comuni ma anche sugli alpeggi. Pensate che fascino avrebbe un artista che volteggia sui tessuti di un trapezio montato su un alpeggio con lo sfondo naturale delle montagne e dei boschi di questo territorio incontaminato, dominato da una natura padrona e selvaggia.

Per regole anti Covid l’accesso agli spettacoli e ai laboratori sarà solo su prenotazione: è sufficiente compilare il form sul sito ed esibire la mail di conferma all’arrivo.

Ideatore, direttore artistico e organizzativo del festival, è Massimo Dellavecchia, da 3 anni anche gestore dell’Ostello a Cicogna, che insieme al Comune di Cossogno e con il sostegno dell’Ente Parco Nazionale ValGrande e di tanti sponsor locali ha organizzato questo festival. Preziosa e indispensabile è anche tutta la collaborazione dei volontari delle associazioni locali, senza i quali tutto ciò non sarebbe realizzabile.

Info, programma completo e dettagli su www.valgrandebellezza.it



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore