/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 09 settembre 2021, 13:51

Mattia Marone (lista “Makanà futura”) presenta il suo programma elettorale

Si fonda su due pilastri fondamentali: la conclusione dei progetti già in itinere, lo studio e la realizzazione di nuovi

Mattia Marone (lista “Makanà futura”) presenta il suo programma elettorale

Mattia Marone, consigliere di minoranza dell’Amministrazione comunale uscente è il candidato Sindaco per la lista “Makanà Futura”. Candidati con lui ci sono anche due consiglieri dell’attuale maggioranza Corsi e un consigliere di minoranza.

Presenti anche due candidati già consiglieri nella prima amministrazione Corsi. 
Mattia Marone con la lista “Makanà futura” presenta così il proprio programma:


Il programma elettorale della lista “Makanà Futura” si fonda su due pilastri fondamentali: la conclusione dei progetti già in itinere e lo studio e la realizzazione di nuovi.
All'inizio del nostro mandato ci concentreremo specificatamente su:


• la realizzazione dell'impianto Pecetto - Belvedere tramite l'attuazione dell'Accordo di Programma con la Regione Piemonte e MonteRosa 2000 Spa. 
Avvio immediato della fase progettuale definitiva della nuova seggiovia ad ammorsamento temporaneo a 4 posti così come indicato nello Studio per l'Area Sciabile di Macugnaga redatto per la Regione Piemonte dalla stessa MonteRosa 2000 Spa. Questa soluzione risulta essere la più efficace in termine di costi benefici sia per la stagione estiva sia per quella invernale, oltre che essere l'impianto di pronta realizzazione anche in considerazione delle imminenti scadenze tecniche. Inizio progettazione prevista per ottobre 2021.


• la conclusione dell’iter burocratico ed approvazione del Piano Regolatore Generale Comunale per renderlo nuovamente operativo entro dicembre 2021.


• la conclusione dei progetti attualmente in corso: Ponte Ronco, sistemazione idrogeologica torrenti Tambach, Quarazza e canale di Pecetto, conclusione dei lavori di adeguamento energetico della sede comunale di Staffa, conclusione e monetizzazione della situazione legata agli usi civici in Val Quarazza e alle convenzioni legate alle nuove centraline idroelettriche, riqualificazione frazione Isella e Centro Fondo, avvio progetto Interreg IT-CH Saasstal Valle Anzasca Bike, lavori di rifacimento pavimentazione e servizi in via Prati.


Successivamente, ma già a partire da fine 2021, la futura Amministrazione lavorerà anche su:


• la richiesta di accesso ai Fondi Europei del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), secondo quanto già indicato dal Comune alla Regione Piemonte (circa 90 milioni di euro di progetti proposti dal Comune di Macugnaga). Di particolare importanza il progetto di rifacimento degli impianti e l’adeguamento di tutta l'Area del Monte Moro. Questo intervento sarà il primo tassello di un progetto a lungo termine mirante a completare il collegamento in quota delle realtà turistiche del Monte Rosa, da sviluppare in un percorso pluriennale in sinergia con le altre stazioni. Si tratta sicuramente di un progetto di ampio respiro e come tale risulta particolarmente attraente per gli obiettivi del PNRR.
La creazione di un Piano Generale del Turismo redatto con il supporto di tutti gli operatori interessati, che porrà le basi per tutti i progetti, sia pubblici che privati, ed indicherà anche le eventuali varianti al P.R.G.C. necessarie.

Ad esempio realizzazione Parco avventura, Family Hotel, Parco della neve, etc.
Le politiche concrete per la famiglia, agevolando le famiglie che vivono il territorio o vogliono trasferirvisi, attraverso sussidi, abbattimento dei costi, servizi dedicati. 
Il tema è mettere il paese nella posizione più opportuna per supportare al meglio lo sviluppo economico previsto per i prossimi 10 anni.


Il mettere gli imprenditori nella condizione di fare concreti investimenti in paese. Per questo è fondamentale essere un’amministrazione opportuna, super partes, che abbia un obiettivo condiviso di uno sviluppo razionale e realizzabile.

Il P.R.G.C. ed i nuovi impianti saranno fondamentali per iniziare questo circolo virtuoso. In tutto questo l'Amministrazione avrà un ruolo fondamentale.
La creazione della figura dell'infermiere di comunità e la realizzazione dell'assistenza sanitaria H24 su 365 attraverso gli strumenti della telemedicina e lo sviluppo di accordi con istituzioni mediche di alta qualità e dotate di procedure di strumenti per la gestione della urgenza/emergenza.


Il sostegno concreto alle varie associazioni che per prime si impegnano sul territorio.
Il sostegno e supporto a tutte le attività legate al consolidamento della cultura Walser, anche in virtù della recente candidatura a Patrimonio Unesco.


La cura e manutenzione del territorio e delle strutture Comunali. Si intende procedere con la sostituzione graduale delle aree dedicate ai rifiuti non ancora allineate. Verrà operata una costante supervisione e manutenzione del decoro del paese (sostituzione luci bruciate delle vie, cura del verde, sistemazione aree gioco, ect.) e verrà creato un supporto informatico condiviso con i cittadini al fine di ricevere eventuali segnalazioni dirette per poter intervenire tempestivamente.

Il proseguimento dell'efficientamento energetico degli edifici comunali e il proseguimento del progetto di centralina elettrica sul torrente Tambach per l’abbattimento dei costi di illuminazione pubblica.
L'apertura della piscina e Spa.

In particolare, ottenimento di un piano economico oggettivo allo scopo di poter richiedere un canone di affitto congruo. Insieme ad una società specializzata verranno fatte le valutazioni per gli interventi tecnici necessari per aprire una struttura funzionale al 100%
La messa in sicurezza del paese attraverso l’ottenimento di fondi Regionali per il contenimento frane, rinforzo argini e pulizia dei letti dei fiumi.


Lo sviluppo di percorsi alternativi alla strada statale per favorire lo spostamento tra zone residenziali/alberghiere e zone di impianti/servizi valorizzando i sentieri interni di paese e quelli di montagna. Questa razionalizzazione è indispensabile in una visione di lungo periodo del paese in cui si disincentiverà l’uso delle autovetture private a favore degli spostamenti con mezzi pubblici messi a disposizione dal Comune/Società impianti/ Associazioni (pulmino elettrico), con biciclette ed e-bike e pedonali.


• la realizzazione di una vera Casa dell’acqua a Scheber come punto di arrivo di un percorso pedonale fra le frazioni fruibile a tutti.


• l’acquedotto, inoltrando specifica richiesta di accesso ai fondi PNRR dedicati. Fin da subito verranno comunque affrontate con il Gestore della rete le già note problematiche.


• la cooperazione con gli altri Comuni della Valle per la realizzazione di una Casa della Salute


• la valutazione di progetto perseguibile per la valorizzazione culturale legata alle Miniere d'oro e relativa area museale.


• lo sviluppo di sinergie con realtà sportive che possono essere interessate all’allenamento in alta montagna, quali società ciclistiche, ultra trail, ect.


• la valorizzazione delle piste da fondo ed i percorsi con le ciaspole


• la promozione delle attività culturali/congressistiche che si svolgano nei periodi a minore attività turistica con l’obiettivo di garantire la presenza spalmata sulla maggior parte dell’anno.


• Free WI-FI: progressiva copertura su tutto il territorio comunale


• la sicurezza: videosorveglianza, dissuasori ottici per la velocità nelle zone più a rischio, valorizzazione ruolo della Polizia Locale, progetto sicurezza incendi, miglioramento accesso piazzola Elisoccorso.


• lo studio, in sinergia con il Ministero dell’istruzione, per la creazione di un Liceo della Montagna.


• l’implementazione e miglioramento del progetto eliski del Comune di Macugnaga e Unione Montana delle valli dell’Ossola, in conformità alla legge regionale Piemonte del 2/2009 “norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell’attività di volo in zone di montagna", attraverso il potenziamento delle connessioni Intervallive tra Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e l’accoglimento di clientela internazionale nel nuovo circuito. 
Il progetto prevede l’utilizzo di strutture turistico ricettive e il supporto di guide alpine e maestri di sci locali.

Walter Bettoni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore