/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 09 settembre 2021, 08:40

Un parcheggio in centro dedicato ai frontalieri. La proposta di Gabriele Ricci

Il candidato sindaco di centro sinistra lancia anche due innovazioni tecnologiche

Un parcheggio in centro dedicato ai frontalieri. La proposta di Gabriele Ricci

Gabriele Ricci, 28 anni, una laurea in giurisprudenza ed ora imprenditore di professione.
Tra i vari argomenti trattati dal candidato di centro sinistra anche quello dei parcheggi.
“La situazione parcheggi a Domodossola è disastrosa. Non so se vi è capitato di cercare di trovare un posteggio in centro ma è un vero incubo, soprattutto per la sosta libera occorre girare decine di minuti alla ricerca di un posto da occupare, con il relativo carico di stress e inquinamento”. Un problema complesso che Ricci propone di affrontare partendo dai parcheggi dei frontalieri. “Bisogna partire affrontando e risolvendo un problema atavico, ovvero l’occupazione dei posteggi del centro da parte dei frontalieri, che lasciano la macchina in sosta per tutta la giornata. A loro va dedicato uno specifico parcheggio, attiguo alla stazione. Nella nostra pianificazione sarebbe il Metropark, il parcheggio di fianco alle vecchie Poste della stazione. Qui verrebbe creata un’area parcheggio rinnovata, a due piani, uno con ingresso come ora, l’altro con l’ingresso dalla via Vittorio Veneto. Condensando qui i frontalieri, che ovviamente dovrebbero essere attratti dalla convenienza della sosta, si libererebbero decine di stalli nelle vicine vie centrali”.

Ma Ricci e il centro sinistra contestano anche all'attuale amministrazione “di aver voluto eliminare diversi parcheggi a favore dell’estetica del centro. Una scelta particolare, perché o si ha il coraggio di procedere ad un serio ampliamento dell’area pedonale, oppure rendere le vie centrali solo di transito veicolare rimane un’incompiuta poco comprensibile”. Anche i diversi cantieri non hanno aiutato.
“Girare per Domodossola in questi mesi ha messo a dura prova i nervi dei nostri cittadini. Di certo non si può criticare l’apertura di diversi cantieri, io stesso ne ho in mente tanti altri, magari in zone più periferiche e dimenticate dalla giunta attuale, tuttavia una migliore programmazione dei lavori avrebbe fatto comodo”. Veniamo ad un altro capitolo del suo programma, i parcheggi blu.

“La convenzione con la ditta di gestione è appena stata firmata, tuttavia siamo totalmente contrari all’attuale disposizione e quindi ci impegneremo quanto prima per rivederla”. Partendo dalla sosta a pagamento all’ospedale? “Ritengo che la categoria veramente penalizzata sia quella del personale sanitario, che per coprire alcuni turni si trova costretta a parcheggiare in via Cassino o sulla tangenziale. Per loro abbiamo pensato ad un convenzionamento con l’ASL, che possa sgravarli di un costo assolutamente ingiusto”.

Non solo parcheggi 'blu' e aree di sosta per frontalieri e sanitari, ma una vera e propria rivoluzione ed innovazione tecnologica. “Abbiamo due proposte da questo punto di vista: la prima riguarda una app (sperimentata, per prima in Italia, a Verona) che in tempo reale è in grado di individuare ed indicare all’automobilista il parcheggio libero più vicino, evitando giri a vuoto, con il relativo spreco di carburante e il correlato inquinamento; la seconda riguarda l’introduzione dei semafori intelligenti che, percependo l’occupazione dell’incrocio, regolano il traffico senza obbligare gli autisti a soste inutili e sproporzionate e, viceversa, dando la priorità dell’attraversamento ai pedoni”.

Informazione politico elettorale

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore