Politica - 25 settembre 2021, 08:45

Nuovi incentivi per la pulizia dei corsi d’acqua e risparmi per i Comuni

Dago (Lega): “Le amministrazioni potranno estrarre materiale litoide dai fiumi: il riutilizzo non sarà più vincolato alla realizzazione di opere idrauliche”

Nuovi incentivi per la pulizia dei corsi d’acqua e risparmi per i Comuni

La Regione a trazione Lega conferma il suo impegno per la pulizia degli alvei dei nostri fiumi. Grazie all’emendamento all’articolo 37 della legge regionale 15 del 2020 approvato durante la discussione del Collegato, i Comuni avranno nuovi strumenti e nuovi incentivi per procedere alla manutenzione dei letti dei corsi d’acqua. Interventi sempre più urgenti per prevenire alluvioni e altri eventi calamitosi in un periodo storico caratterizzato da sempre più intensi cambiamenti climatici.

“Con questa modifica – spiega il presidente della commissione Ambiente, il leghista Angelo Dago, che ha lavorato con l’Assessorato e i suoi uffici all’emendamento – le amministrazioni potranno infatti continuare a estrarre materiale litoide dai letti dei fiumi, ma il suo riutilizzo non sarà più vincolato alla realizzazione di opere idrauliche. In altri termini, tutto quello che verrà cavato nelle operazioni di disalveo potrà essere usato per qualunque tipo di intervento deliberato dai Comuni che hanno svolto le operazioni sui corsi d’acqua, o ancora essere ceduto ad altre amministrazioni o, in via subordinata, a soggetti privati per finalità non commerciali. Una novità, fortemente sostenuta dalla Lega, che si traduce in una doppia opportunità per i nostri sindaci: da un lato si continua a incentivare l’opera di messa in sicurezza di fiumi e torrenti, dall’altra si introduce un sensibile risparmio per la realizzazione di lavori pubblici che richiedono l’impiego di materiale litoide. Un emendamento che abbiamo votato con convinzione e che si inserisce nel più ampio piano che questa maggioranza ha varato per semplificare e sburocratizzare la pulizia degli alvei. Proprio nei giorni scorsi, infatti, si è chiuso il bando rivolto a cittadini, enti pubblici e imprese per le manutenzioni idrauliche. E la Regione ha anche intenzione di mettere a disposizione di tutti i primi cittadini del Piemonte un agevole vademecum nel quale è contenuta l’intera normativa sulla manutenzione dei corsi d’acqua e per la prevenzione delle alluvioni”.


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

SU