/ Attualità

Attualità | 18 ottobre 2021, 10:30

Riforma del Testo Unico degli Enti Locali: "Bene su responsabilità sindaci e su province”

Bussone (Uncem): “Necessario approfondimento su lavoro insieme tra piccoli e grandi comuni"

Riforma del Testo Unico degli Enti Locali: "Bene su responsabilità sindaci e su province”

"L'accelerazione del Governo nel riformare il Testo unico degli Enti locali, dopo le mancate riforme al TUEL dal 2000 a oggi, è certamente importante. Dare risposte agli Enti è decisivo anche per l'attuazione del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, della nuova programmazione comunitaria, per rispondere alle sfide della pandemia e climatica. Bene il testo su responsabilità dei Sindaci e sulle Province. Sui Segretari comunali, su cosa fanno e cosa sono negli Enti con minor popolazione, serve un approfondimento serio ed efficace. Se sono o meno manager della PA è decisivo. Anche sulle assunzioni occorre una svolta che finora non si è vista. Ma soprattutto, proponiamo al Ministro Lamorgese e al Governo un lavoro da fare su come i piccoli Comuni lavorino insieme, per lo sviluppo locale e sui servizi. È difficile e trovare interazioni tra piccoli e grandi centri è fondamentale per rafforzare il Paese. I piccoli Comuni, valorizzati dalla legge 158 del 2017 fanno crescere le valli alpine e appenniniche se confermano processi di concertazione, di dialogo, nel superare campanilismi e vecchie incrostazioni. Il lavoro insieme tra Enti va definito con un quadro giuridico nazionale chiaro, come hanno fatto con efficacia Francia e Germania. Siamo pronti a lavorare con il Ministero dell'Interno e Governo".

Lo afferma Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem, in merito all'imminente riforma del TUEL, decreto legislativo 267 del 2000.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore