/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 18 ottobre 2021, 19:00

Taglio del nastro per la nuova sede del corso di scienze infermieristiche

I corsi si terranno all’ultimo piano del Ferrini-Franzosini, una soluzione provvisoria perché le iscrizioni sono in crescita soprattutto a causa della pandemia

Taglio del nastro per la nuova sede del corso di scienze infermieristiche

Sono saliti dai 45 del 2020-21 agli attuali 75, per l’arrivo di 50 matricole, gli iscritti a Scienze Infermieristiche. “L’aumento di richieste ci ha costretti a cercare una nuova sede perché quella all’interno dell’ospedale Castelli non era più sufficiente”, ha spiegato la direttrice generale dell’Asl Vco, Chiara Serpieri, questa mattina prima del taglio del nastro della nuova sede dei corsi all’ultimo piano del Ferrini-Franzosini in corso Cairoli a Intra. Una sede che, ha anticipato, sarà provvisoria perché “abbiamo sia la richiesta di iscrizioni che quella di nuovi infermieri è in crescita, anche e soprattutto a causa della pandemia. Stiamo lavorando ad un’altra soluzione ma, per il momento, non anticipo nulla”.

“Abbiamo insistito perché ad essere potenziato fosse il corso di Verbania – ha precisato la presidente del corso di laurea Antonia Follenzi – e ci impegneremo perché possa svilupparsi ulteriormente. Oltre agli iscritti, ricordo che abbiamo 20 laureandi che a novembre discuteranno la tesi. Dico 20 per prudenza, in realtà sono 25 ma non tutti hanno completato la consegna della documentazione”.

Sul mercato del lavoro la richiesta di nuovi infermieri è in crescita, ha aggiunto Paola Sanvito, direttrice del corso di laurea: “Riceviamo di continuo richieste di nuovi infermieri dalle Rsa ma non possiamo accoglierle come vorremmo. La formazione di un nuovo infermieri è complessa: ci sono le lezioni in aula, le presenze didattiche in reparto, i tutor, gli infermieri d’affiancamento. Inserire un nuovo infermiere in ospedale, in casa di riposo, a domicilio come sempre più spesso capita è un’operazione delicata. Per gli assistiti e per le famiglie. Non si inserisce un estraneo in famiglia”.


Il trasloco dall’ospedale Castelli al Ferrini Franzosini è stato reso possibile per la disponibilità della dirigente scolastica, Nadia Tantardini, cui sono andati i ringraziamenti di Serpieri, Follenzi, Sanvito e del sindaco Silvia Marchionini. Presente anche Giulio Gasparini, vicepresidente di ArsUniVco, che ha ricordato: “oggi i corsi di scienze infermieristiche compiono 20 anni. È un traguardo importante”.


Da Marchionini è arrivato l’auspicio che “Verbania, fra 10 anni, diventi una realtà importante anche dal punto di vista universitario, lo dico con la massima cautela e modestia”. Prima del taglio del nastro, c’è stata la benedizione da parte di don Costantino Manea, parroco di San Vittore.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore