/ Politica

Politica | 19 ottobre 2021, 16:00

Al Gal del Vco quasi 3 milioni di euro per rispondere alle necessità dei territori

Preioni (Lega): “Risorse che permetteranno alle nostre comunità locali di gettare nuove e più solide basi per il rilancio del post pandemia”

Al Gal del Vco quasi 3 milioni di euro per rispondere alle necessità dei territori

"Quasi 31,5 milioni di euro andranno a sostenere i Gruppi di Azione Locale del Piemonte. Una misura varata dalla giunta a trazione Lega, con il nostro vicepresidente Fabio Carosso, che destinerà al biennio 2021-22 una somma che corrisponde a quasi il 50% dell’intero stanziamento già previsto per il periodo 2014-20. Risorse – commenta il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni – che permetteranno alle nostre comunità locali di gettare nuove e più solide basi per il rilancio del post pandemia".

"Un provvedimento -prosegue- che va a sostenere tutte le zone del nostro Piemonte nelle quali oggi operano i Gal, presidi insostituibili di quel principio di sussidiarietà che è uno dei pilastri del pensiero politico della Lega. Una progettazione che finalmente parte dal basso, rispondendo alle necessità espresse dai territori, e che oggi può contare su una dotazione finanziaria senza precedenti, ennesima dimostrazione di come questa maggioranza abbia a cuore i bisogni degli enti locali. Da orgoglioso figlio del Vco voglio a proposito sottolineare come il nostro Gal Laghi e monti abbia ricevuto il contributo aggiuntivo più importante, pari a 2,935 milioni di euro. Una somma che permetterà di rilanciare le vocazioni della nostra terra dopo il Covid, con contributi a fondo perduto per gli operatori del comparto ricettivo che vorranno diversificare la propria offerta e sostegni concreti agli accordi di filiera delle nostre principali eccellenze: l’agroalimentare, il settore lapideo e quello del legno. Infine più risorse per i nostri Comuni, che potranno realizzare nuove infrastrutture a sostegno del turismo, come sentieri e piste ciclo-escursionistiche, e varare più incisive politiche ad esempio a sostegno del welfare e dei servizi assistenziali”.


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore