/ Politica

Politica | 30 novembre 2021, 16:02

Un giovane su 3 non lavora, ma il mercato è senza tecnici. Patto Confindustria-Regione per l'incontro tra domanda e offerta

Piemonte, orientamento ma anche finanziamenti stabili agli ITS che formano figure professionali specializzate, così come dalle costituzione della Academy

Un giovane su 3 non lavora, ma il mercato è senza tecnici. Patto Confindustria-Regione per l'incontro tra domanda e offerta

In Piemonte oltre il 33% dei giovani è senza lavoro, mentre più del 25% non cerca un’occupazione né studia. Secondo il report 2021-2025 di Unioncamere nel nostro territorio il 30% delle offerte di impiego resta però senza risposta. Un gap tra domanda ed offerta che Confindustria Piemonte e Regione vogliono cercare di colmare facendo squadra con misure contenute nel position paper “Prepararsi al futuro: orientamento scuola-lavoro e inclusione dei giovani al lavoro, life long learning”.

In Piemonte ogni anno 200mila studenti si diplomano

Ogni anno in Piemonte sono 120 mila gli studenti che concludono le medie, a cui si aggiungono 200 mila che finiscono le superiori. A loro, alle famiglie e ai docenti è necessario fornire un’azione strutturata di orientamento al lavoro, affinché siano più consapevoli nelle scelte scolastico-formative.

Chiorino: "7 milioni per l'orientamento professionale"

Per quest’ultimo ambito la giunta Cirio, come ha spiegato l’assessore regionale al Lavoro Elena Chiorino, “ha stanziato 7 milioni di euro, non solo per il momento della scelta del nuovo ciclo scolastico, ma per garantire un accompagnamento lungo tutto l’anno scolastico e anche dopo, per indirizzare e aiutare i giovani”.” Bisogna stare però attenti -ha aggiunto - a rendere ben chiari, le richieste e gli sbocchi reali. Abbiamo lavorato a snellire le procedure, con sportelli aperti sempre in grado di accogliere in modo non rigidi le esigenze dei lavoratori”.

Garantire finanziamenti stabili agli ITS 

Altro asset di azione è garantire finanziamenti stabili agli ITS, che formano tecnici e professionisti. Figure sempre più introvabili sul mercato del lavoro, ma sempre più richiesti perché indispensabili in ogni strategia. Negli ultimi dieci anni queste fondazioni sono cresciute, passando da 3 a 7 e un incremento così di percorsi dai 4 iniziali ai 35 attuali: gli allievi coinvolti attualmente sono circa 1.600, dai 120 del 2011. Una progressione che per continuare ha bisogno di essere sostenuta economicamente con finanziamenti nel medio/lungo periodo.

Rondi: "Per Academy bando sperimentale su Automotive e Tessile"

Per Ermanno Rondi, delegato al Capitale Umano di Confindustria Piemonte, una prima risposta alla carenza di tecnici arriva "dall’impegno della Regione Piemonte per la costituzione delle Academy, per le quali è previsto a breve il primo bando sperimentale sui settori Automotive e Tessile”.” Non può inoltre che essere condiviso lo sforzo finanziario del PNRR di incentivare la crescita dei corsi ITS, uno strumento particolarmente efficace ed apprezzato dalle imprese, che garantisce ottimi risultati occupazionali. Strategico il tema orientamento da impostare su un nuovo approccio verso giovani e famiglie, basato su tre cardini: consapevolezza delle proprie attitudini, esigenze occupazionali prospettiche dei vari ambiti ed infine i percorsi formativi più attinenti” ha concluso.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore