/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 24 marzo 2022, 08:15

Per il lavoro dei disabili stanziati 40 milioni

E' la nuova misura voluta dall'assessore regionale al Lavoro Chiorino, annunciata questa mattina in Commissione in Consiglio regionale

Per il lavoro dei disabili stanziati 40 milioni

Quaranta milioni di euro destinati al Fondo regionale per i disabili: è la nuova misura voluta dall'assessore regionale al Lavoro Elena Chiorino, annunciata in Terza commissione (presidente Claudio Leone) nell’ambito dell’esame del Bilancio regionale di previsione 2022-2024.

Il Fondo, come è stato spiegato, servirà per agevolare l'accompagnamento all’occupazione di tutti i soggetti con disabilità a partire dalla scuola, nello specifico dalla terza superiore, con una presa in carico dei singoli in termini di orientamento ed inserimento lavorativo anche attraverso i Centri per l’impiego (Cpi).

Nell'illustrazione, l'assessore ha poi confermato l'avvio delle Academy attraverso i due bandi aperti su Torino (automotive) e Biella (tessile e green jobs) con un primo stanziamento di 14 milioni; confermato anche l'avvio di altre Academy sul territorio regionale che saranno definite per distretti e filiere.

È stata poi ribadita la volontà della Giunta di potenziare i cantieri di lavoro, suddivisi tra disoccupati e over 58, vista l'alta partecipazione da parte dei Comuni e degli enti locali in termini di progettualità: saranno previsti interventi economici per la formazione professionale e le politiche attive volte al contrasto alla disoccupazione.

Per delucidazioni sono intervenuti i consiglieri Monica Canalis (Pd) e Marco Grimaldi (Luv).

 

Piemontesi nel mondo

L’assessore regionale che si occupa di emigrazione, Maurizio Marrone, ha poi annunciato che dopo il rallentamento dovuto alla pandemia, l’attività a supporto de Piemontesi nel mondo ripartirà con uno stanziamento di 200mila euro, equamente diviso tra spese dirette e contributi per le varie iniziative.

Come ha spiegato l’assessore, verrà rivolto particolare interesse alla Consulta regionale per l’emigrazione al fine di promuovere iniziative a tutela degli emigrati, soprattutto quelli di terza generazione, e delle loro famiglie e a rinsaldare i rapporti con il Piemonte, come sta facendo la Fapa (Federaciòn Asociaciones Piemontesas Argentinas) in Argentina, dove da sempre è significativa la presenza dei nostri corregionali.

Marrone ha anche comunicato lo stanziamento di 18mila euro ciascuno per il Museo regionale dell'Emigrazione di Frossaco (To) e per il Museo dello Spazzacamino a Santa Maria Maggiore nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola.

Per approfondimenti sono ancora intervenuti Canalis Grimaldi.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore