Domodossola - 19 giugno 2022, 18:30

Tornano a splendere i colori dell'abside della collegiata

Ieri sera l'inaugurazione dei restauri con la presentazione ufficiale dei lavori e un concerto della Cappella Musicale del Calvario

Tornano a splendere i colori dell'abside della collegiata

Alla vigilia della patronale sono stati presentati i lavori di quello che è il primo passo del completo restauro interno della chiesa collegiata. L'abside è tornata ai suoi colori originali. Ieri sera la presentazione ufficiale degli interventi da parte del parroco don Vincenzo Barone, del direttore dei lavori l'architetto Gianpaolo Prola e dell'architetto Annalisa Ferrante.

“Questa sera possiamo ammirare la bellezza di una parte della nostra Collegiata, la parte absidale che è il cuore della chiesa -ha detto don Barone - ; qui si celebra l'Eucarestica”.

Un intervento da 200 mila euro che ha messo in luce i colori originali del settecento. Una parte dei lavori sono stati finanziati dal Ministero dei Beni Culturali che ha dato un contributo di 80 mila euro, la Fondazione Crt ha offerto un ulteriore contributo, il resto e stato raccolto tra i fedeli. In particolare una famiglia di Domodossola ha pagato il restauro del quadro che rappresenta i Santi Gervaso e Protaso.

Al momento dell'accensione delle luci, nuovo anche l'impianto di illuminazione dell'abside, un'esclamazione di meraviglia da parte dei fedeli, ricordando il grigiore di pochi mesi fa. Fino a quando gli occhi non sono andati sulle pareti che ancora necessitano di restauro, è stato difficile capire di essere nella stessa chiesa. ”Il lavoro è consistito nel riportare alla luce i cromatismi della fine del '700 che erano coperti da due secoli di sovrapposizioni di colore – ha detto l'architetto Gian Paolo Prola- di incrostazioni e rovinati dalla polvere e dal fumo delle candele si è trattato di un lavoro meticoloso. E' stato un grosso impegno”. L'intervento ha riguardato anche i capolavori inseriti nello spazio absidale i due affreschi opera di Lorenzo Peretti datati 1834 che raffigurano i Santi patroni quelli sulla destra raffigura il loro martirio, quello sulla sinistra il rinvenimento dei loro corpi a Milano. E' stata restaurata grazie alla generosità di una famiglia domese la tela che ritrae i Santi Patroni del 1798 . Restaurato anche il baldacchino ligneo del 1848 che costò 900 lire.

Alla cerimonia era presente il sindaco Lucio Pizzi. Il parroco ha ringraziato la Tecno Costruzioni, Irides restauri, l' archittetto Prola e i restauratori, la famiglia benefattrice, i concertisti e attori coinvolti nella serata e i volontari che hanno pulito la chiesa.

Per la serata inaugurale si è tenuto un concerto da parte della Cappella Musicale del Sacro Monte Calvario e della soprano Eva Corbetta diretta dal maestro Anselmo Quartagno, mentre Gian Marco Gadini e Matteo Minetti della Compagnia dell'Ozio hanno proposto un racconto sulla storia della chiesa Collegiata.

La patronale domese prosegue questa sera alle 20.30 con la messa solenne e la processione con i Santi Santi Gervaso e Protaso per le vie della città.



Mary Borri

Ti potrebbero interessare anche:

SU