/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 21 giugno 2022, 08:15

La suora di Remo Bassini, le recensioni

Da Radio Rai Uno (Incontri d'autore) a IL Fatto quotidiano

La suora di Remo Bassini, le recensioni

«La suora» è la storia di un'ossessione amorosa (Le ossessioni non sono mai belle, eccetto Nora) che è una sorta si scialuppa di salvataggio in alcuni momenti storici nebbiosi e dolorosi, come il primo lockdown o come l'ultimo anno dell'ultima guerra.

Pubblicato da Golem nel dicembre 2021 è il quattordicesimo libro di Remo Bassini (la biografia: leggi qui)

Del romanzo ha parlato la trasmissione di Radio Rai 1, Incontri d'autore, condotta da Alessandra Rauti.

Si può ascoltare qui.

Alcune recensioni.

Aylene (Nerds Bay)

Tutta la storia è pervasa da una malinconia che ha catturato la mia attenzione e che si contrappone al desiderio di proseguire la lettura per capire quali sono i motivi del delitto. Ovviamente non mi addentro nei particolari per non sciupare la lettura, ma posso affermare che La suora non ha niente da invidiare ai gialli letti nella mia lunga vita di lettrice.

L'intera recensione.

Paola Rambaldi (su Carmilla)

Un giallo perfetto, che ci consegna le suggestioni del magnifico Lago d’Orta sullo sfondo grigio della clausura e del lockdown. Un’indagine psicologica che si svela man mano che il racconto avanza. Un amore idealizzato e impossibile, una donna senza corpo, forse una voce sola, tra chiusure e desertificazione degli spazi e della vita.

La recensione.

Emilio Mordini (su Goccia a Goccia)

C'è un nome che non ricorre mai in tutto il racconto ma che è evocato in continuazione, sino dalle pagine iniziali, nelle atmosfere, nei luoghi e nello svolgimento: è quello di Guido Gozzano. “La suora” è, non saprei dire quanto consapevolmente, un romanzo di variazioni, persino di esercizi di stile, sui temi più cari al poeta torinese: dalle “buone cose di pessimo gusto” sino all’estetica della fuga e della rinuncia.

La recensione.

Massimo Novelli (Il Fatto quotidiano)

Ciò che racconta Bassini, quasi sempre sul filo di trame all'insegna del noir, non ha molto in comune con le narrazioni dei grandi romanzieri “provinciali” italiani, da Lucio Mastronardi a Piero Chiara, ma ha una affinità notevole con le storie di Georges Simenon e con certi romanzi, gli ultimi, di Giovanni Arpino.

La recensione.

Le recensioni su Amazon: leggi qui.

Redazione Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore