/ Attualità

Attualità | 24 giugno 2022, 17:03

Siccità: il ‘bollettino di guerra’ di Novara e del Verbano Cusio Ossola

L’assessore Marnati ha definito la situazione “severa ma non estrema”

Siccità: il ‘bollettino di guerra’ di Novara e del Verbano Cusio Ossola

Il direttore di Arpa Piemonte Angelo Robotto elenca i punti di quello che ha ormai tutta l’apparenza di un bollettino di guerra. “Nel Piemonte Orientale – dice - le riserve sono al minimo di sempre. Abbiamo un deficit del 70% su Novara e del 55% sul Vco, che sono i territori più critici in tutto il Piemonte; il Lago Maggiore ha un livello di 3 metri più basso della norma e un tasso di riempimento del 18%, il che vuol dire che manca l’82% dell’acqua. E la pioggia delle scorse ore non ha cambiato niente: con quei quantitativi per reintegrare ciò che manca dovrebbe piovere per 100 giorni consecutivi”.

E il direttore del consorzio irriguo Est Sesia, Mario Fossati, riassume desolato il punto di vista delle aziende agricole: “Gli agricoltori sono alla disperazione e cominciamo già ad avere le prime perdite dei raccolti. E’ un disastro”

E’ un quadro a tinte fosche quello che è emerso dal summit tenuto questa mattina in prefettura a Novara per fare il punto sulla crisi idrica nelle province di Novara e del Vco, un territorio che, come ha ricordato l’assessore all’ambiente della Regione Piemonte, Matteo Marnati, coordinatore delle attività del tavolo permanente per l’emergenza idrica istituito dal Presidente della Regione Piemonte, sta soffrendo in modo particolare.

All’incontro, convocato dal prefetto di Novara Francesco Garsia insieme al collega di Verbania Michele Formiglio, hanno partecipato tutti i soggetti che a vario titolo si occupano della crisi idrica: dalle Province alle Asl, al gestore del servizio idrico integrato Acqua Novara e Vco spa, oltre ad Arpa e Autorità d’ambito.

Il Prefetto di Novara ha rimarcato l’importanza di un’azione coordinata: “Occorre – ha detto – la collaborazione di tutti: oltre agli interventi per affrontare l’emergenza serve un segnale rispetto all’esigenza di risparmiare acqua. Si tratta di un fatto culturale. Non è una risorsa illimitata, e sono sempre più necessari comportamenti virtuosi”.

Le istituzioni, come ha ribadito il Prefetto di Verbania, sono pronte ad adottare misure per mitigare l’emergenza, “che  - ha detto – nel nostro territorio ha aspetti problematici anche  per l’importante flusso turistico che ha il Vco come meta.”

Sul territorio delle due province sono attualmente due i comuni che applicano l’interruzione notturna dell’erogazione dell’acqua, ma la situazione è tenuta costantemente sotto controllo. Acqua Novara e Vco porterà a due i bollettini settimanali che monitorano l’andamento della crisi, e la Regione con Arpa proseguitrà una azione anche di controllo.

L’assessore Marnati ha definito la situazione “severa ma non estrema” per quanto riguarda l’acqua ad uso idropotabile, “molto severa” per l’agricoltura. Ed è proprio qui il punto più critico su cui sta provando a cercare soluzioni efficaci. “Abbiamo chiesto il rilascio di acqua dai bacini idroelettrici montani, ma anche loro sono ai minimi storici, quindi le quantità immesse in circolo sono minime. 

Lavoriamo anche per contrastare gli allacci abusivi alla rete di distribuzione e al recupero di pozzi abbandonati”. Un tema, quello dei controlli, su quale l’Arpa ha stipulato un accodo con la Provincia di Novara per l’utilizzo delle Guardie ecologiche volontarie.

Dal canto suo il gestore del servizio idrico delle due province si è soffermato sulla questione della riduzione delle perdite degli acquedotti. “E’ la nostra priorità – ha detto l’amministratore delegato Daniele Barbone. La città di Novara ha il 29% di perdite dalla rete ma abbiamo comuni che arrivano al 65%. E’ chiaro che in prospettiva questo è l’ambito in cui dobbiamo ottenere risultati”.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore