ELEZIONI REGIONALI
 / Antrona

Antrona | 11 agosto 2023, 16:18

Visite guidate alla Miniera d'oro del Taglione

Da sabato 12 agosto a domenica 15 ottobre

Foto Archivio

Foto Archivio

Apre al pubblico la Miniera d'oro del Taglione di Antrona Schieranco (VB), recuperata e messa in sicurezza dall’Ente di gestione delle Aree Protette dell’Ossola nell'ambito del progetto Interreg Italia-Svizzera "Mineralp", condotto in cooperazione tra partner di Regione Valle d'Aosta, Regione Piemonte e Svizzera (cantoni Vallese e Ticino).
Si tratta di un importante tassello che si aggiunge alle attività di sviluppo locale che l'Ente di Gestione delle Aree Protette dell'Ossola porta avanti, ormai da diversi anni, con la partecipazione delle Amministrazioni, delle Comunità locali e di diversi attori del territorio.

La visita alla Miniera del Taglione costituisce un'ulteriore possibilità di conoscenza della Valle Antrona, ampliando le attrattive già presenti sul territorio. L'attività estrattiva dell'oro in Valle Antrona pare abbia origini antiche ma lo sfruttamento divenne industriale a partire dalla seconda metà del 1800 e comportò l'escavazione di numerose gallerie e la creazione di interi villaggi di minatori. Lo sfruttamento delle vene aurifere si esaurì nell'immediato secondo dopoguerra. Situata vicino a Locasca e all'abitato di Prabernardo (in Comune di Antrona Schieranco), la Miniera del Taglione è una delle numerose gallerie presenti nell'area mineraria, che ha rivestito una notevole importanza per il territorio della valle ossolana, ma è l'unica autorizzata da Regione Piemonte per le visite e la fruizione.

La gestione delle visite è stata affidata (a seguito di bando pubblico) allo studio GeoExplora del Geologo e Guida Escursionistica Ambientale Enrico Zanoletti, che si avvarrà della collaborazione di un gruppo di Guide specializzate sul patrimonio minerario appositamente formate proprio nell'ambito del progetto MINERALP.
Le Guide accompagneranno in piena sicurezza i visitatori all'interno della galleria facendo scoprire la storia dell'attività mineraria in valle e la dura vita dei minatori che ricercavano le vene di minerale aurifero nelle viscere della montagna.
La visita si svolge con la sola luce frontale montata sui caschetti forniti ai visitatori ed ha una durata di 1 ora: internamente la temperatura è di circa 10°, quindi è consigliato abbigliamento caldo e sono obbligatorie calzature da trekking.
La miniera si raggiunge da Prabernardo o da Locasca con un comodo sentiero in circa 30 minuti dal parcheggio.

Nelle date di apertura, saranno organizzati quattro turni di vista (alle 10:00, alle 11:30, alle 14:30 e alle 16:00), con ritrovo alla miniera almeno 15 minuti prima.
Tutte le informazioni relative alle date, alla modalità di visita, ai costi e all'abbigliamento necessario si trovano sul sito www.geoexplora.net, dove è anche possibile iscriversi alle visite scegliendo data e orari preferiti. L'iscrizione è obbligatoria, poiché per ogni turno di visita i posti a disposizione sono solo 10. Visite su richiesta possono essere concordate con l'organizzazione.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore