Politica - 08 aprile 2021, 17:30

“Perché un ponte tibetano tra le priorità del Recovery Plan?”

Il consigliere di Villadossola, Mandica: “Sulla base di quale logica i nostri rappresentanti hanno ripartito i 27 miliardi di euro del Next Generation Piemonte?”

“Perché un ponte tibetano tra le priorità del Recovery Plan?”

Perché un ponte tibetano rientra tra le priorità nel dopo Covid?”. Se lo domanda il consigliere di minoranza di Villadossola Sebastiano Mandica. L'esponente della lista civica si riferisce al progetto da 370 mila euro presentato dal Comune di Borgomezzavalle alla Regione e inserito nel “Next Generation Piemonte”, il documento approvato dalla Giunta regionale che contiene oltre 1.200 progetti dal valore complessivo di 27 miliardi di euro. Il dossier è stato trasmesso sabato al Governo perché vengano inseriti nel Recovery Plan.

Mandica si chiede, più in generale, “sulla base di quale logica i nostri rappresentanti hanno ripartito questa enorme massa monetaria?”. Scrive il consigliere: “Analizzando il 'Next Generation Piemonte' appaiono evidenti sia la sproporzione tra le provincie -il VCO che riceve 1/4 dei soldi destinati a Vercelli (2,5 mld), nonostante popolazione ed estensione praticamente identiche - sia la disparità all’interno degli stessi territori, con alcuni Comuni favoriti ed altri esclusi dalla pianificazione”.

Si potrebbe, nonostante la 'modesta' entità, forse partire dal progetto n°219 del ponte tibetano per chiedere al nostro rappresentante Alberto Preioni, capogruppo in consiglio regionale, una chiave di lettura” conclude il consigliere di Villadossola.




Ti potrebbero interessare anche:

SU