Antigorio - 26 agosto 2021, 10:00

'Gemellaggio' culturale tra Parma e Crodo

Per ricordare Pietro Ginocchi, l'imprenditore emiliano dell' analcolico biondo. L'evento si terrà sabato nella città emiliana

'Gemellaggio' culturale tra Parma e Crodo

Una nutrita delegazione di Crodesi sarà sabato a Parma per il ‘gemellaggio’ culturale tra Crodo e la Città della cultura in ricordo di Piero Ginocchi e il Crodino.  Infatti l'Archivio Storico del Comune di Parma e il Centro Studi Piero Ginocchi di Crodo hanno deciso di festeggiare assieme il 120° anniversario della nascita e la storia dell’imprenditore parmigiano che fece nascere l’“analcolico biondo”. L’evento è stato organizzato presso Lostello in Cittadella, il parco fortificato nel centro di Parma. La manifestazione ha ottenuto il logo di Parma 2021, capitale della cultura. Anno che vede una lunga serie di eventi e manifestazioni.

Sabato sarà presente il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e l’assessore alla cultura. Michele Guerra. A Parma ci sarà anche Maurizio Gozzelino, di recente insignito della cittadinanza onoraria di Crodo quale’inventore’ del Crodino. Nella città emiliana sarà aperta una mostra documentale che sarà visibile fino a metà settembre e saranno organizzate visite guidate gratuite. Inoltre il Copmune di Parma ha allestito un'altra mostra parallela presso il suo archivio con l'esposizione di documenti originali; rimarrà aperta sino a maggio 2022. 

Il tutto in ricordo di Pietro Ginocchi che era  nato a Parma nel 1901 e che giunse a Crodo negli anni ’60, dive divenne presidente delle Terme di Crodo Spa e ideò, con l’enologo Maurizio Gozzelino, il Crodino, l’aperitivo analcolico oggi noto in tutto il mondo.

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

SU