Attualità - 12 settembre 2021, 18:16

Maxi esercitazione nel tunnel del Sempione FOTO E VIDEO

Tra Italia e Svizzera coinvolte oltre 280 persone. Impegnati 120 figuranti volontari che si sono prestati a fare i viaggiatori del treno deragliato

Maxi esercitazione nel tunnel del Sempione FOTO E VIDEO

 Incidente stamattina nella galleria ferroviaria del Sempione, che unisce l’Italia alla Svizzera. Un Eurocity è deragliato causando morti e feriti all'interno del tunnel di confine tra l'Ossola e il Canton Vallese. E' stato questo lo scenario dell'esercitazione organizzata dalle autorità svizzere e italiane per simulare un grave incidente ferroviario nella galleria lunga 20 chilometri sotto le Alpi.  Una ipotesi che nessuno si augura, che l'esercitazione ha però permesso di affrontare per meglio coordinare gli interventi svizzeri e quelli italiani.

L'esercitazione ha visto impegnati 120 figuranti volontari che si sono prestati a fare i viaggiatori del treno. Tra Italia e Svizzera coinvolte oltre 280 persone: soccorritori, operatori ferroviari, protezione civile, forze dell'ordine, vigili del fuoco, esponenti dell'Asl Vco e dello Spresal, volontari della valle Divedro messi a disposizione dall'amministrazione di Varzo.

Un'esercitazione che si è svolta tra le 10,15 - momento dell'incidente- e le 14. Da parte italiana nessuna dichiarazione ufficiale: solo il racconto di quanto avveniva illustrato da Mauro Tiboni, assessore del Comune di Varzo, incaricato di fare lo speaker a chi assisteva all'esercitazione. E alcune notizie che i giornalisti hanno ricevuto dal personale della prefettura del Vco. E' infatti apparso eccessivo il totale divieto ai giornalisti di accedere alla stazione se non per un tempo limitato di 10-15 minuti, necessario a scattare almeno alcune foto e fare delle immagini.

Da parte svizzera invece ha parlato  Philipp Zimmermann, responsabile del progetto per le Ferrovie Federali Svizzere: ’'Abbiamo simulato un evento su larga scala il più realistico possibile nella galleria per adeguare i nostri servizi di emergenza. I team hanno gestito molto bene la gestione dell'evento e anche la cooperazione tra i vari attori ha funzionato. L'esercitazione ha mostrato che saremmo stati molto ben preparati per un salvataggio in caso di emergenza; l'esercitazione di salvataggio ha dimostrato che il tunnel del Sempione è sicuro, i processi e le responsabilità sono chiari e possiamo reagire immediatamente in caso di incidente.

La base operativa per i soccorsi è stata allestita alla stazione di Varzo, all'imbocco della galleria elicoidale. Qui è giunto lo speciale treno di soccorso delle Ferrovie svizzere – un convoglio del valore di 13,5 milioni di franchi – che, dopo essere intervenuto in galleria sul treno deragliato, ha trasportato una cinquantina di feriti e i tre morti estratti dal treno incidentato nel tunnel del Sempione. Oltre 60 i viaggiatori rimasti illesi ma bisognosi di cure e assistenza prestata anche da psicologi dell’Asl.

 

 

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

SU