Anzasca - 24 settembre 2021, 15:10

Giornata granata, in bici da Ceppo Morelli a Superga nel ricordo di Alberto e Agostino

E' stata la seconda edizione della pedalata ideata e organizzata da Paolo Olzer

Giornata granata, in bici da Ceppo Morelli a Superga nel ricordo di Alberto e Agostino

Una ventina di ardimentosi cicloamatori, con un nutrito seguito tecnico e supporter, giovedì scorso è partita quando l’alba, doveva ancora spuntare, da Ceppo Morelli alla volta di Superga.

È stata la seconda edizione della pedalata ideata e organizzata nei giorni scorsi da Paolo Olzer (Paolone),  in ricordo di quella compiuta nel 1976, da suo padre Alberto e da suo zio Agostino Garbagni, tutti super tifosi torinisti come Paolo.

L’edizione storica era nata da una promessa di Agostino Garbagni: “Se il Torino vince lo scudetto (e quell’anno lo vinse - ndr) vado a Superga in bicicletta!” come risposta Alberto Olzer disse «Se vai tu vengo anch’io!". 

Paolo Olzer ha chiamato a raccolta gli amici e i conoscenti ed ecco nata la seconda edizione in ricordo della storica pedalata. Fra i partecipanti: i fratelli Paolo e Massimo Olzer, il sindaco di Macugnaga, Stefano Corsi e Lucio Pirozzini il pluricampione anzaschino.

Ritrovo a Ceppo Morelli e alle 5.30 la partenza con il frontalino sul caschetto. Il tempo è incerto ma promette meno caldo per i ciclisti. Lungo la strada le necessarie tappe tecniche per colazione e rifiatamento e via verso la meta finale. Qualche goccia di pioggia che diluisce la fatica e finalmente, dopo circa duecento chilometri, ecco Superga. Una stretta di mano fra i partecipanti, la foto ricordo dinanzi alla lapide eretta in ricordo della sciagura del Grande Torino, la visita alla Basilica e poi via sulle “ammiraglie”.

Un'allegra pizzata in compagnia ha suggellato l'avvenimento sportivo. 
Un plauso all’organizzatore, ai partecipanti e via con la programmazione dell’edizione 2022.

Walter Bettoni

Ti potrebbero interessare anche:

SU