Regione - 19 giugno 2022, 08:00

Covid, ristori per i gestori delle piscine piemontesi

Bando da 840mila euro a fondo perduto per i costi sostenuti durante la pandemia

Covid, ristori per i gestori delle piscine piemontesi

I gestori delle piscine piemontesi riceveranno ristori a fondo perduto per 840mila euro complessivi per i costi di gestione sostenuti durante la pandemia, in particolare quelli energetici, che verranno erogati dalla Regione tramite bandi gestiti da Finpiemonte.  

È quanto prevede una delibera di Giunta votata nelle scorse ore all’unanimità dalla sesta Commissione e illustrata dall’assessore regionale allo Sport.

Per essere ammessi al contributo è necessario aver gestito l’impianto durante lo stato di emergenza pandemica (31 gennaio 2020-31 marzo 2022) e fino alla presentazione della domanda, nonché averlo tenuto aperto al pubblico nello stesso periodo per almeno 100 giorni consecutivi.

Gli impianti devono essere operativi e in funzione al momento di presentazione della domanda, destinati al nuoto o altre discipline sportive acquatiche, con almeno una vasca coperta di almeno 20x10 metri: Sono esclusi gli impianti destinati ad usi diversi, come le piscine destinate ad attività legate al benessere, a utilizzo terapeutico, termale o sanitario.

In Commissione, sono anche state illustrate le linee guida del piano triennale 2022-2024 sulla Cultura da parte dell’assessore competente. Le consultazioni si chiuderanno il 30 giugno, per consentire l’espressione del parere del Consiglio delle Autonomie locali e chiudere l’iter di approvazione in Aula entro i primi giorni di luglio, come hanno chiesto i gruppi di opposizione.



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

SU