Politica - 25 giugno 2022, 08:15

"La Regione non proroga i contratti dei navigator, una scelta senza nessuna giustificazione"

Il consigliere regionale Sacco (M5S): "L'assessore regionale al Lavoro, Chiorino, non ha ancora spiegato il motivo del suo diniego"

"La Regione non proroga i contratti dei navigator, una scelta senza nessuna giustificazione"

"Ancora una volta il miope Centrodestra piemontese le tenta tutte pur di affossare il reddito di cittadinanza, una misura che ha aiutato milioni di italiani in difficoltà. Attendiamo ancora la proroga dei contratti ai cosiddetti 'navigator', figure nate per aiutare i percettori del reddito di cittadinanza a ricollocarsi sul mercato del lavoro. Professionisti che hanno portato un forte sostegno ai centri per l’impiego piemontesi ma che, per una mera battaglia ideologica, potrebbero non avere futuro". Lo spiega il consigliere pentastellato in Regione, Sean Sacco.

"L’assessore regionale al Lavoro, Chiorino, non ha ancora spiegato il motivo del suo diniego. La mancata proroga sarebbe una scelta scellerata ed ingiustificabile, mirata a demolire uno strumento che se incentivato avrebbe potuto dare un apporto importante al reinserimento lavorativo di uomini e donne che faticano ad arrivare alla fine del mese. I dati diffusi dalla Corte dei Conti parlano chiaro: a fine 2021 in Italia i percettori del reddito di cittadinanza reinseriti nel mondo del lavoro erano oltre 350mila. E adesso? A pagare il conto delle battaglie ideologiche del Centrodestra saranno nuovamente i più deboli".

"I navigator hanno fatto un importante lavoro nei centri per l’impiego e saranno fondamentali nel programma GOL, garanzia di occupabilità dei lavoratori, così come nei servizi per i percettori di Naspi. Ma forse si preferisce rinunciare a delle professionalità e a dare un miglior servizio ai cittadini pur di fare un dispetto a una forza politica", conclude Sacco.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

SU