Attualità - 08 novembre 2022, 17:50

''Un decreto per aumentare la quantità di Crodino''

Luciana Littizzetto, a 'Che tempo che fa'' , tira in ballo l'aperitivo nato in Antigorio per ironizzare sui provvedimenti del Governo

''Un decreto per aumentare la quantità di Crodino''

‘’Che se ne parli bene o che se ne parli male, l’importante è che se ne parli’’. Così diceva lo scrittore e drammaturgo Oscar Wilde.

Nel suo monologo a ‘’Che tempo che fa’’, trasmissione sulle reti Rai, condotta da Fabio Fazio, Luciana Littizzetto ha parlato del Crodino, l’aperitivo nato in Valle Antigorio.

Littizzetto era impegnata a parlare del divieto imposto ai rave dal governo Meloni e di altri provvedimenti restrittivi. Nel suo intervento ha citato il Crodino, che deve il suo nome proprio a Crodo. E ha ironicamente proposto un decreto governativo per l’aumento del Crodino nelle tradizionali bottigliette.

"È un mio grande cruccio da sempre. Io vorrei sapere come mai nel Crodino, di crodino ce n’è dentro pochissimo. Già la bottiglietta è minuscola, ce ne sta dentro una lacrima. Ma è raro in natura, il Crodino? Ne esiste poco ed è difficile da estrarre?" si è chiesta.

‘’Già la bottiglietta è minuscola – ha spiegato Littizzetto - ; io che non reggo tanto l’alcol, vado a prendere l’aperitivo con gli amici e ci arriva tanto così di spritz e un dito di Crodino. Forse è per il nome ‘Crodino’, se lo chiamavano Crodone era di più. Pertanto comando un decreto per aumentare la crodatura del Crodino''.

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

SU