Politica - 23 marzo 2023, 14:20

“Canoni e sovracanoni idrici ai Comuni montani per garantire sviluppo, servizi e coesione”

Bussone (Uncem): “Certi che il legislatore nazionale saprà definire un percorso virtuoso anche in vista del rinnovo delle concessioni di dighe e invasi”

“Canoni e sovracanoni idrici ai Comuni montani per garantire sviluppo, servizi e coesione”

"Produzione idroelettrica e produzione di acqua potabile, grazie a invasi e dighe, vanno di pari passo. Ma le comunità locali non possono essere spettatrici, di fronte a multiutilities che utilizzano il bene. Canoni e sovracanoni idrici, ovvero le compensazioni monetarie, devono essere per i territori e per le comunità montane non solo quale ‘compensazione’ o risarcimento, bensì opportunità di sviluppo per territori fragili e dove si origina e si custodisce il bene acqua. Lo mettiamo a disposizione di tutti. Occorre garantire che quei sovracanoni vadano ai Comuni insieme, a Comunità montane e Unioni montane di Comuni presenti in Italia, togliendo di mezzo agenzie e altri soggetti parapubblici, per garantire grazie alle Istituzioni democratiche, migliori servizi e sviluppo. Siamo certi che il legislatore nazionale saprà definire un percorso virtuoso anche in vista del rinnovo delle concessioni di dighe e invasi. Serve un percorso che valorizzi il territorio, a partire dalle risorse naturali esistenti".

Lo ha affermato Marco Bussone, presidente nazionale Uncem, in occasione della Giornata Mondiale dell'’Acqua del 22 marzo.


 

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU