Attualità - 19 ottobre 2023, 19:10

''Dovremo studiare un nuovo tracciato per collegare i rifugi''

Dopo la frana Formazza pensa ad una soluzione per la sentieristica per ricollegare Morasco ai Sabbioni

Foto: il versante franato

Foto: il versante franato

‘’Se ne parlerà in primavera anche perché occorrerà trovare una soluzione che consenta, in sicurezza, di tracciare una via che permetta di ricollegare i rifugi’’.

Bruna Papa, sindaco di Formazza, sa che l’alta valle deve avere un nuovo sentiero dopo che quello sotto il rifugio Città di Busto è stato sommerso da una grossa frana, che purtroppo ha causato anche due vittime.

‘’Abbiamo transennato l’area a rischio – spiega – mettendo una decina di cartelli di divieto e attenzione per impedire ogni passaggio in quella zona a rischio. E transennato l’area con delle corde. Un lavoro delicato per chi lo ha fatto, visti i pericolo ancora presenti su quella parete’’.

‘’Passato l’inverno – afferma Papa – discuteremo col geologo per trovare una soluzione che permetta di tracciare una via che porti ai rifugi e alle dighe’’.

La frana ha anche riproposto la fragilità delle montagne, anche di quelle ossolane dove sono presenti molte dighe. Bruna Papa ne è ben cosciente perché una grossa frana in una diga stracolma d’acqua potrebbe trasformarsi in tragedia.

‘’Sappiamo che Enel monitora regolarmente con i suoi sistemi le dighe e i versanti – dice il sindaco – e che si avvale di una lunga esperienza in questo campo. Mi preoccupa invece il rinnovo delle concessioni in corso, operazione che ci deve garantire la massima sicurezza’’.

Renato Balducci

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU