Eventi - 17 aprile 2024, 09:40

Un anno di eventi per celebrare i 120 anni dalla nascita di Carlo Bossone

A partire dal 18 aprile numerosi appuntamenti in tutta l'Ossola per ricordare l'artista tra passato, presente e futuro

Un anno di eventi per celebrare i 120 anni dalla nascita di Carlo Bossone

L’Alpe Lusentino ha ospitato la presentazione degli eventi in programma per il 120esimo anniversario dalla nascita di Carlo Bossone, tra i pittori più noti e apprezzati in Ossola, nato il 20 maggio 1902. Il Comitato Fondazione Carlo Bossone organizza dunque una serie di iniziative per celebrarlo tramite il passato, il presente e il futuro.

Per quanto riguarda il passato, sono in programma retrospettive, studi e analisi per conoscere al meglio l’eredità artistica del pittore. Il presente, invece, prevede il coinvolgimento degli artisti della sua scuola, mentre il futuro passa dalla collaborazione con le scuole, e in particolare con il liceo artistico.

Il programma delle celebrazioni si apre il 18 aprile all’Atelier Carlo Bossone a Domodossola, con un’esposizione sull’impressionismo, visto che proprio lunedì 15 aprile decorrono 150 dalla nascita del movimento internazionale.

Nello specifico, i tre “momenti” individuati - passato, presente, futuro - si concretizzeranno con le seguenti iniziative. Nell’evidenza ed elaborazione del passato, le principali testimonianze sono caratterizzate dalle opere che il pittore ha prodotto; una numerosissima collezione peraltro diffusa da centinaia di soggetti detentori. Il coinvolgimento di queste persone rappresenta contestualmente l’attivazione di una grande diffusione del progetto. La disponibilità dei collezionisti di cedere in prestito opere “uniche ed inedite” da poter offrire in visione al pubblico rappresenta certamente un valore aggiunto molto rilevante.

Altro aspetto importante è relativo alla ricerca di “testimonianze” mediante interviste con apposite riprese a persone che in varia maniera sono venute a contatto con Carlo Bossone; oltre ai famigliari saranno intervistati pittori allievi, e personaggi che hanno avuto occasioni di incontro, di lavoro, di arte, per la realizzazione di un docu-film. Inoltre, è fondamentale poter definire in maniera più scientifica la figura di Carlo Bossone, del suo passato, della sua arte e proprio per questo lavoro saremo affiancati da professionisti del settore.

L’importanza assoluta del presente è invece caratterizzata dalla presenza di numerosi artisti attuali che discendono proprio dal suo insegnamento e quindi è doveroso rendere omaggio e valorizzare ulteriormente la sua scuola, e questo lavoro - che già ha avuto iniziative precedenti, e certamente ne avrà anche successive – sarà caratterizzato da esposizioni delle opere degli allievi e da un importante momento di collaborazione di questi artisti . Inoltre, sempre con le scuole di ogni ordine e grado prenderà il via una collaborazione anche di tipo didattico, con lezioni di pittura “en plen air” dispensate direttamente dagli allievi di Carlo Bossone, andando così a tramandare nozioni e segreti che hanno avuto modo di apprendere direttamente dal Maestro.

Nel fine estate, a settembre avrà svolgimento un importante concorso di pittura “en plen air” che vedrà come protagonista il nostro territorio, in particolare l’area del Lusentino, avendo raggiunto una importante collaborazione logistica e di sostegno da parte della società Domobianca365 del Gruppo Altair. Il livello del concorso, che sarà ripetuto anche negli anni successivi, dovrà arrivare a caratura internazionale, e dovrà sempre più essere rivolto ai giovani ed alle scuole.

Il linguaggio dell’arte pittorica può e deve essere veicolato non solo con il senso visivo, ma vanno sensibilizzati anche il senso uditivo ma va attivato in tutti i sensi, attivando quindi il gusto, l’olfatto, l’udito. Per questo è in via di organizzazione, in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Rosmini una cena benefica a tema con una iniziativa che prevede da parte dello staff dell’Istituto, docenti ed allievi, la scelta di opere per loro significative e ispiratrici del menù che andranno a proporre.

Nel contempo il Comitato Bossone provvederà ad esporre presso la sala del Ristorante Didattico dell’istituto le opere prescelte così che i commensali possano gustare i cibi ammirando i quadri.

Dette opere resteranno esposte poi per alcune settimane in modo che anche chi fruirà del servizio ristorante nei periodi successivi potrà ammirare le opere e potrà riassaporare i cibi abbinati.

Altre iniziative riguarderanno anche degustazioni di vini ed altri prodotti, sempre a tema, nonché l’organizzazione di momenti musicali con ispirazione alla pittura.

La volontà, e la necessità di approdare verso il futuro non può che vedere protagonisti i giovani. Per questo abbiamo voluto che la giornata del centoventesimo anniversario, il prossimo 20 maggio veda protagonisti i ragazzi delle scuole, coinvolgendo l’istituto Comprensivo Bagnolini, in una giornata presso il teatro La Fabbrica di Villadossola ove parteciperanno alle visite guidate alla mostra, saranno attivi nei laboratori didattici che stiamo preparando ed avranno un coinvolgimento particolare nell’iniziativa che sarà l’inizio di una nuova collaborazione anche didattica con le scuole.

L’Istituto Liceo Artistico Rosmini sarà anch’esso coinvolto poiché oltre ai corsi di pittura, diventerà partner del Comitato, diretto a lavorare anche in chiave futuristica ed innovativa a processi che possano avere attinenza tra la multimedialità, l’intelligenza artificiale e la pittura tradizionale.

Inoltre, anche con la collaborazione dell’Associazione Ars Uni Vco , e con il coinvolgimento di giovani è in previsione nell’autunno presso l’Atelier Carlo Bossone la realizzazione di una esposizione sensoriale visiva, uditiva ed olfattiva.

Grande importanza ricopre anche l’expo Italia-Svizzera in programma a Domodossola per l’anno 2025. L’attinenza dell’evento con la figura di carlo Bossone è certamente legata in primis da una ammirazione che il pittore ha sempre avuto della Svizzera. Ancor oggi diverse sue opere sono di proprietà di collezionisti elvetici. Il connubio artistico tra Italia e Svizzera potrebbe essere teatro di una esposizione, di argomentati convegni e studi, che vedano più che, valicando le alpi ed i entravano nelle terre straniere a riprendere momenti di vita e scorci di paesaggio raccontandoci così la storia di ambienti confinanti, tradizioni e culture.

Infine, significativo è il fatto che il 6 maggio si celebra la giornata mondiale del colore, ed ancor più avvincente e stimolante è l’abbinamento dei colori alle varie tendenze, dal gusto, alle mode, ai suoni.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU