Attualità - 24 maggio 2024, 19:00

Quarantaquattro prelievi di organi negli ultimi 2 anni nel Vco

Donazioni e trapianti in aumento in Italia dopo il gesto generoso dei genitori di Nicholas Green, il bimbo ucciso in autostrada 30 anni fa

Quarantaquattro prelievi di organi negli ultimi 2 anni nel Vco

‘’Il 2023 è stato un anno da record per trapianti e donazioni di organi, tessuti e cellule’’.

Lo scriveva pochi giorni fa il Corriere della Sera in un articolo col quale ricordava come ‘’siano passati 30 anni – era il 1994 - dalla morte di Nicholas Green, il bambino americano di 7 anni ucciso da un colpo di pistola  mentre con la famiglia andava in vacanza in Calabria. L’ auto era sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, con  i genitori c’erano Nicholas e la sorellina Eleanor che stavano dormendo sul sedile posteriore. Quando da un’auto che si era affiancata a quella dei Green partirono dei colpi di pistola. Uno, uccise Nicholas che morì due giorni dopo in ospedale, vittima innocente di una rapina’’.

I genitori decisero per la donazione degli organi, che salvarono altre 7 persone.

Tra fine settembre e inizio ottobre, Reginald e Margaret Green torneranno in Italia per il 30° anniversario della morte di Nicholas dove parteciperanno a convegni, parleranno  con i media, terranno conferenze stampa e incontreranno gruppi sanitari per sensibilizzare alle donazioni. 

‘’Chissà – scrive il Corriere – se questo contribuirà a far riflettere gli oltre cinque milioni di italiani che, secondo gli ultimi dati del Centro nazionale trapianti, si oppongono a un gesto, quello della donazione, capace di cambiare le sorti di una persona che senza un trapianto potrebbe anche morire. A fronte dei risultati da record fatti registrare nel 2023 per donazioni e trapianti di organi, tessuti e cellule staminali emopoietiche nel nostro Paese ancora circa 8 mila i pazienti in lista d’attesa: circa 6 mila pazienti aspettando un nuovo rene’’.

Ma com’è la situazione nel Verbano Cusio Ossola, una delle province che secondo i dati è tra le più attente alle donazioni. In passato c’era, attivo sul territorio, il gruppo Aido (Associazione Italiana Donatori Organi).

‘’Premetto che abbiamo chiuso il gruppo Aido perché, come era nostra aspirazione, ora ci pensano le istituzioni- spiega Vanda Cecchetti, domese, una delle fondatrici del gruppo - . Da anni è stata attivata ‘’’Una scelta in comune” che al rinnovo della carta di identità e all’asl, dov’è possibile compilare il modulo per la donazione, dando il proprio assenso. Comunque siamo ancora attenti al tema e con Cristina Zambonini vorremmo lavorare sulle scuole e abbiamo creato una tesserina  informativa, da lasciare nelle farmacie’’.

I dati forniti dall ’Asl dicono che nel 2022 sono state fatte diverse donazioni nel Vco (agli ospedali di Domodossola e Verbania) con relativi prelievi di organi: 20 di cornee, uno di fegato e uno multiplo di fegato, reni, cornee e tessuti. L'anno scorso  21 prelievi di cornee ed uno multiplo di reti, cute e cornee.

Renato Balducci

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU