Cronaca - 07 gennaio 2024, 17:21

Avevano 53 e 30 anni le due vittime travolte dalla valanga in Formazza

Ad accorgersi della tragedia che si stava compiendo il guardiano della diga del Toggia

Avevano 53 e 30 anni le due vittime travolte dalla valanga in Formazza

Sono un uomo di 53 anni di Arluno e una donna di 30 anni di Origgio le vittime della valanga staccatasi nella tarda mattinata di oggi in Valle Formazza. Si tratta di Roberto Biancon, osteopata dche avrebbe compiuto 54 anni tra pochi giorni, nato a Legnano ma residente nel comune del milanese, e di Vanessa Gatti, originaria di Saronno.

I due sono stati travolti insieme al loro cane mentre facevano una ciaspolata in alta valle Formazza. Ad accorgersi di quanto accaduto dopo il distacco della valanga, il guardiano della diga al lago Toggia che ha visto la massa di neve staccarsi dal versante e travolgere i due malcapitati.

Subito sono iniziate le operazioni di ricerca dei due, da parte del guardiano della diga, volontario del Soccorso Alpino aiutato da altri membri della X Delegazione Valdossola che si trovavano in zona. Sul posto sono poi arrivati con le motoslitte gli uomini della squadra di Formazza del Soccorso Alpino e un'eliambulanza con a bordo un tecnico e il cane da ricerca. Intorno alle 13 il ritrovamento sotto ad oltre un metro di neve del primo corpo. Successivamente è stato individuato nel lago anche il secondo cadavere, recuperato poi dai sommozzatori dei Vigili del fuoco giunti in quota con un elicottero giunto da Malpensa. Del cane che era con loro nessuna traccia.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU