/ Territorio

Territorio | 23 settembre 2021, 16:00

Il rifugio Zamboni-Zappa ha chiuso i battenti

Con l'arrivo dell'autunno cessa l'attività stagionale

Il rifugio Zamboni-Zappa ha chiuso i battenti

L’arrivo dei primi freddi, il ghiaccio, la prima neve a quote relativamente basse segnano la fine dell’estate e l’inizio delle consuetudini autunnali.


La conca della Pedriola si svuota: la scorsa settimana erano scese verso valle le mucche di razza Rendena, 'vere alpiniste' che attraversano senza problemi il ghiacciaio del Belvedere.

Domenica è stata la giornata di chiusura del rifugio Zamboni-Zappa. Tania, Danilo e il loro staff hanno chiuso i battenti e preso il sentiero che li ha portati verso casa.

Commenta Tania: «Il rifugio Zamboni-Zappa chiude per la stagione invernale! Le temperature minime sono sotto zero. Il ruscello che alimenta la nostra turbina ha notevolmente ridotto la sua portata, riducendo sensibilmente l'efficienza della fornitura di energetica. È l’ora di smobilitare, il tempo del lungo riposo invernale. Le marmotte vanno in letargo e attorno al rifugio cala il silenzio. È finita un'estate strana, caratterizzata da un luglio piovoso e freddo a cui sono seguiti due mesi stupendi».

Anche la seggiovia si appresta a terminare il servizio estivo, il prossimo fine settimana sarà ancora funzionante, con orario continuato, dalle ore 8.30 alle 17.00 (ultima discesa).

Walter Bettoni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore