/ Territorio

Territorio | 21 ottobre 2021, 14:40

Riapre la falesia di Zornasco: avrà una nuova regolamentazione

Si può di nuovo scalare ma occorre attenersi a precise regole

Riapre la falesia di Zornasco: avrà una nuova regolamentazione

Dopo i lavori di manutenzione è stata ora riaperta la falesia di arrampicata di Zornasco. Una parete di roccia attrezzata che ben si presta per l’avvicinamento all’arrampicata da parte dei neofiti e che richiama già un buon numero di utenti. Nelle scorse settimane la falesia era stata chiusa, per dar corso alle necessarie periodiche manutenzioni. Ora la struttura riapre, con una precisa regolamentazione.

“L' associazione Zornasco Team – spiegano proprio dall’associazione - si è affiliata a all'ASC (Attività Sportive Confederate), ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI,che riconosce e regolamenta l'arrampicata in falesia,e quindi in grado anche di assicurarla. Pertanto la falesia di Zornasco,che si trova su proprietà privata, ha ora una nuova regolamentazione in modo da renderla sicura per tutti coloro che intendono praticare questo sport. La tutela alla sicurezza riguarda anche la manutenzione degli spit e delle aree sosta, recentemente eseguita dalle Guide Alpine,unici professionisti abilitati a farla.All'esterno dell'area troverete un cartello con la regolamentazione,che ricordiamo è d'obbligo seguire.La falesia di Zornasco è un progetto sportivo per tutti,dilettanti e professionisti,vigezzini e non! Chiediamo di esserne rispettosi ,di aiutarci a mantenerlo attivo e sicuro,di essere prudenti e responsabili. Lo Zornasco Team rimane a disposizione per ogni informazione”.

In particolare, in base alle nuove disposizioni “l’accesso è consentito solo: ai tesserati all’associazione Zornasco Team (costo annuale 10 euro ed include la polizza assicurativa); alle guide alpine (regolarmente iscritte all’albo) con relativi allievi/clienti. Per il tesseramento è possibile rivolgersi al circolo Urtett di Zornasco o direttamente a don Stefano Gallina (in casa parrocchiale) oppure ancora telefonare al 349.8013500 (Laura) o al 349.4261368 (Cinzia).

Marco De Ambrosis

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore