/ Vigezzo

Vigezzo | 11 gennaio 2023, 18:28

Vigezzo, la Soms in aiuto del nuovo Centro Diurno Integrato di Re

Dalla Società Operaia contributo di oltre 33 mila euro in ricordo del benefattore Piero Regis

Vigezzo, la Soms in aiuto del nuovo Centro Diurno Integrato di Re

È tutto pronto per l’avvio del nuovo Centro Diurno Integrato istituito come servizio aggiuntivo tra quelli già offerti dalla Casa Cuore Immacolato di Maria di Re (gestita dai Silenziosi Operai della Croce).

La struttura è stata inaugurata martedì 1 novembre, alla presenza degli amministratori valligiani e, tra gli altri, del presidente della Fondazione Comunitaria del Vco, Maurizio De Paoli, ente che ha contribuito alla ristrutturazione degli ambienti.  L’idea del Centro diurno è nata da una riflessione condivisa con il Ciss Ossola e l’Asl Vco, e sollecitata dalla Soms della Valle Vigezzo che grazie ad una generosa eredità del socio benefattore, Piero Regis, che ha contribuito nell’allestimento dei locali e nell’acquisto delle attrezzature.

Proprio l’Operaia ha organizzato domenica 8 gennaio presso la Sala Mandamentale di Santa Maria Maggiore una piccola cerimonia di consegna del contributo – un assegno di 33.484 euro - per la realizzazione, appunto, del Centro Diurno di Valle Vigezzo. “Da qualche anno si constata che la popolazione vigezzina invecchia, diventa pertanto fondamentale investire sempre di più su questa fascia della  popolazione e il Centro Diurno Integrato è un’importante intervento, per questo oggi consegniamo l’assegno per un contributo, grazie al nostro socio benefattore Piero Regis, con il suo lascito”.

“La Società Operaia di Mutuo Soccorso Valle Vigezzo è una realtà pulsante, che lavora.  Pensiamo davvero al Centro Diurno ma anche al servizio 'Vi portiamo noi' che da alcuni anni la Soms porta avanti con grande impegno. Noi sindaci crediamo molto nel sociale e, più in generale, ci sono alcune situazioni anche in valle con famiglie in difficoltà, poi ci sono i giovani: è nostro dovere stare loro vicino, intercettare le loro esigenze e problematiche” ha detto il sindaco di Santa Maria Maggiore, Claudio Cottini. Parole di ringraziamento per quanto sta facendo l’Operaia sono giunte anche dal presidente dell’Unione Montana Valle Vigezzo, Paolo Giovanola.

Tornando al Centro Diurno Integrato, l’apertura è prevista a breve. “Potremmo accettare fino a 20 persone per un soggiorno giornaliero ed è possibile entrare con convenzione Asl oppure privatamente – ha spiegato Alessandra Mora, della Casa Cuore Immacolato di Maria -. Il Centro sarà aperto una decina di ore al giorno, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18. Le prime richieste stanno già arrivando, non si partirà a pieno regime ma con gradualità”.


Marco De Ambrosis

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore