/ Territorio

Territorio | 06 luglio 2024, 15:05

Proseguono i festeggiamenti per il centenario della Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Un francobollo celebrativo, la mostra Vigezzina CentoAnni a Druogno, performance teatrali a bordo dei treni, la birra dei 100 anni e una rafforzata sinergia con il territorio per la promozione degli eventi

Proseguono i festeggiamenti per il centenario della Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Il 2023 è stato l'anno dei grandi festeggiamenti per i primi 100 anni della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, ma anche nel 2024 la SSIF, Società Subalpina di Imprese Ferroviarie, ha deciso di continuare il dialogo con il territorio che i convogli bianchi e blu attraversano ogni giorno dal 1923. Quattro le iniziative principali messe in campo da SSIF: l'emissione di un francobollo di Poste Italiane, la riproposizione della mostra Vigezzina Cento Anni, tre giorni di performance teatrali a bordo treno e l'ideazione di una birra celebrativa. A questo programma si aggiunge l'affiancamento della Ferrovia Vigezzina-Centovalli alle molte manifestazioni che il territorio ha programmato per i prossimi mesi.

Dal 6 luglio al 1° settembre l'Universicà di Druogno sarà la seconda tappa della mostra fotografica "VigezzinaCentoAnni", che lo scorso anno aveva impreziosito l'estate di Malesco. Un'esposizione curata da Camera Torino che a luglio sarà visitabile nelle giornate di sabato e domenica dalle 14 alle 18; dal 1° al 18 agosto tutti i giorni dalle 14 alle 18, a seguire nelle giornate del 24, 25, 31 agosto e 1° settembre con il medesimo orario.

Il 20 luglio alle 17, sempre all'Universicà di Druogno, si terrà la presentazione ufficiale della mostra. In questa occasione verrà anche presentato al pubblico “Viaggio racconto”, un codice QR realizzato da Fondazione Universicà e presente sulle carrozze e all'interno delle stazioni della Vigezzina-Centovalli, con cui i viaggiatori potranno immergersi in un racconto emozionale della valle, tra contributi multimediali e sonori. Il 29 luglio un appuntamento in grado di attirare l'attenzione degli appassionati di filatelia: la Ferrovia Vigezzina-Centovalli sarà protagonista – insieme ad altre tre realtà – dell'emissione di un francobollo appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico” dedicato al mondo senza tempo delle ferrovie. Si passa alla fine d'autunno: venerdì 29, sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre i convogli che collegano il capolinea italiano di Domodossola alla stazione ferroviaria di Re, ultima prima del confine svizzero, si trasformeranno in palcoscenici mobili per una inedita performance teatrale. “1923-2023.

Cento anni di viaggi”, questo il titolo dello spettacolo, porterà a bordo performance di danza, musica e teatro. La regia e le coreografie sono a cura di Sara Tadina, Danila Massara e Mattia Cabrini. Per celebrare i 100 anni della ferrovia, infine, SSIF ha pensato ad una collaborazione con il birrificio Sempione per la produzione di una birra artigianale in edizione limitata, acquistabile direttamente su alcuni treni della flotta e in molti punti vendita tra Domodossola e Locarno. L'etichetta riporta i segni distintivi della storica tratta ferroviaria e valorizza uno dei principali punti di forza della Vigezzina-Centovalli, la stagionalità.

Come anticipato, durante tutta la stagione la Ferrovia Vigezzina-Centovalli affiancherà i Comuni e le associazioni del territorio che, come di consueto, organizzeranno una serie importante di manifestazioni ed eventi. Si tratta di un sostegno che la ferrovia garantirà a tutti gli organizzatori, tanto nella comunicazione, quanto nel consolidato ruolo della linea di collante tra tutti i paesi: l'invito sarà infatti quello di raggiungere proprio con i treni della storica ferrovia italo-svizzera le località sedi delle varie manifestazioni. Si è già partiti lo scorso fine settimana, nel piccolo centro di Villette, con "Castelli in Aria – Festival degli artisti di strada", giunto alla nona edizione.

Il prossimo fine settimana protagonista sarà Santa Maria Maggiore con l'inaugurazione della mostra "Gian Maria Rastellini nella Milano di Grubicy e Tosi" (visitabile poi fino al 3 novembre) e con la terza edizione del Weekend del Folklore. A luglio, per la precisione sabato 6 alle ore 18, taglio del nastro per una nuova esposizione, "Montagna: persone e cose dell’ALTO mondo", sempre nel capoluogo vigezzino, al Centro Culturale Vecchio Municipio in Piazza Risorgimento.

La mostra sarà visitabile fino al Mercatino di Natale. SSIF sarà al fianco anche di Malescorto, storica manifestazione del centro più popoloso della Valle Vigezzo. Dal 22 al 27 luglio Malesco ospiterà infatti la 24esima edizione del festival dedicato ai cortometraggi, con sei ricche giornate dedicate agli amanti del grande schermo. Sempre Malesco inaugurerà il mese di agosto con una assoluta novità, “MalesComics”, in calendario domenica 11 agosto. Nel tardo pomeriggio della stessa giornata la Casa del Profumo Feminis-Farina di Santa Maria Maggiore ospiterà il taglio del nastro di "Giardino di Fiori" con le opere di Daniela Borri e Laura Orsi. Dal 17 al 25 agosto il Parco di Villa Antonia del capoluogo vigezzino sarà sede del festival letterario Sentieri e Pensieri, dodicesima edizione per la rassegna diretta da Bruno Gambarotta e con importanti protagonisti del mondo culturale e autori di calibro nazionale. Il mese clou dell'estate di chiude a Villette, alle 17.30 del 29 agosto, con la prima tappa della rassegna musicale "Note al Femminile" e il concerto “Perle Sonore”.

Festival che prosegue il 12 settembre con “2 e 2…Consonanze e Dissonanze” e il 27 settembre con “Bach e il violoncello”. L'autunno dei festeggiamenti proseguirà dal 12 ottobre con uno degli appuntamenti più amati, il Treno del Foliage© , che viaggerà fino al 17 novembre. E ancora con "Fuori di Zucca", l'apprezzata manifestazione autunnale di Santa Maria Maggiore, in calendario il 19 e 20 ottobre. Si prosegue, dall'1 al 3 novembre, con "Autunno a Villette", il 16 novembre a Domodossola con l'inaugurazione presso il Collegio Mellerio Rosmini della mostra “Passi silenziosi nel bosco. Da Hugo Pratt a Nicola Magrin”, a cura di Associazione Musei d’Ossola e Galleria Nuages. Il 2024 delle celebrazioni si concluderà il 22 novembre con uno speciale televisivo della trasmissione "Il sasso nello stagno" .

comunicato stampa a.f.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore