/ Territorio

Territorio | 20 novembre 2021, 14:20

Un successo i weekend “L’Avventura del benessere”

L’esperienza organizzata dalle Aree Protette dell’Ossola ha entusiasmato i partecipanti

Un successo i weekend “L’Avventura del benessere”

La salute e il benessere sono temi dal grande potenziale per creare una nuova filiera turistica in Ossola. Lo dimostrano i commenti dei partecipanti ai due weekend “L’avventura del benessere” realizzati come azione pilota del progetto Interreg Alpine Space HEALPS2 lo scorso settembre.

Durante l’attività, ispirata all’adventure therapy, ciascuno ha sfidato i propri limiti e le proprie paure nelle attività proposte e supportate di concerto dagli psicologi e dalla guida alpina: sessioni di arrampicata, trekking, orientamento e negli esercizi di equilibrio, prendendo consapevolezza delle proprie risorse anche grazie agli scambi con gli altri partecipanti nei momenti di svago e riflessione. Oltre a imparare a fidarsi gli uni degli altri, la condivisione di piccole e grandi fatiche ha consentito di mettere a fuoco un possibile cambiamento da portare con sé anche nella vita di tutti i giorni. “Spirito di gruppo, esperienze emozionanti e appaganti, professionalità della guida e degli accompagnatori; posto fantastico” sono, nelle parole di un partecipante, i punti di forza di questa iniziativa.

L’esperienza è stata talmente positiva che molti desidererebbero protrarla nel tempo, organizzando i veri e propri percorsi con incontri di gruppo anche in settimana. Qualcuno poi apprezzerebbe la possibilità di momenti di feedback individuale mentre un partecipante ha suggerito l’aggiunta di occasioni di meditazione.

Si è insomma trattato di un’iniziativa coinvolgente che ha lasciato una scia di entusiasmo. “Dopo questo weekend sono rientrato a casa con una sensazione di benessere soprattutto perché ho potuto ricaricare le pile ed evadere dallo stress abituale senza fare cose pazzesche, ma semplicemente coltivando relazioni e vivendo nella natura. Grazie!” è il messaggio di un partecipante.

Un altro ha sottolineato l’importanza del gruppo. "Esperienza rinvigorente che ha nello svolgersi in gruppo il suo punto di forza. Il contatto con la natura e le attività di avventura proposte cementano ed esplicitano dinamiche positive sia d'aspetto relazionale che individuale. Avere la continua possibilità di esprimersi sulle proprie sensazioni ed idee emerse a seguito delle attività svolte è un aspetto prezioso che permette, in quei due giorni, di uscire completamente dal flusso della propria quotidianità per immergersi in un laboratorio esperienziale di lavoro su sé stessi con gli altri.". E una terza conclude “Sono davvero contenta e al 100% ripeterei l'esperienza”.

I due weekend di settembre sono frutto della collaborazione tra attori territoriali come gli psicologi – che hanno proposto di sperimentare l’approccio innovativo ispirato all’Adventure Therapy – le guide – che hanno lavorato per costruire il programma delle giornate – e il Parco – che ha inserito questa “edizione zero” dell’adventure therapy nel progetto HEALPS2, ha coordinato la rete di soggetti coinvolti e ne ha curato la comunicazione. Il successo dell’iniziativa conferma il ruolo che attività orientate al benessere personale possono avere nella valorizzazione sostenibile delle risorse naturali di questo territorio, rafforzandone il tessuto economico e aumentandone l’attrattività.

Tutti gli attori coinvolti hanno fatto tesoro di questa esperienza: vedremo presto altre iniziative di questo tipo nelle nostre valli.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore