ELEZIONI REGIONALI
 / Territorio

Territorio | 01 aprile 2023, 12:40

''Ci hanno tolto il finanziamento, Pallanzeno continuerà a finire sott'acqua''

Il sindaco Blardone accusa la Regione che ha fatto saltare i 4,5 milioni per interventi di messa in sicurezza del fiume Toce

Il fiume Toce al ponte della Masone e nel riquadro il sindaco di Pallanzeno, Gianpaolo Blardone

Il fiume Toce al ponte della Masone e nel riquadro il sindaco di Pallanzeno, Gianpaolo Blardone

"Avevamo i soldi e il mandato per realizzare le opere, ne abbiamo già anche spesa una parte e ora, sulla base di una decisione assurda, la Regione Piemonte ce li sta togliendo. E il mio paese continuerà a rischiare di andare sott'acqua". E’ esterrefatto GianPaolo Blardone, sindaco di Pallanzeno.

Lo fa commentando la decisione con cui la Regione Piemonte ha ribadito la volontà di cancellare il finanziamento da 4,5 milioni di euro inizialmente stanziati per interventi di difesa dalle esondazioni del fiume Toce. Somma che doveva essere divisa così: 1,8 milioni alla Provincia del Vco per l'allargamento di una campata del ponte della Masone; 1,5 milioni destinati al Comune di Vogogna e altri 1,2 milioni al Comune di Pallanzeno per opere di difese spondali.

Per una Regione che in questi anni ha distribuito soldi a raffica, lascia perplessi questa decisione che riguarda il pericolo creato dal Toce, fiume che durante le alluvioni esce dagli argini e allaga sistematicamente Pallanzeno. E questo è successo già due volte dal 2000 ad oggi. Infatti il Toce in piena al ponte Masone 'torna' indietro, rientra nel canale Enel e riporta praticamente la massa d'acqua nelle parti basse del paese. 

Da anni Blardone combatte per poter ‘proteggere’ Pallanzeno dagli allagamenti. ‘’Quando era di competenza dell’Autorità di bacino – dice – si era fatto uno studio che poi era stato rivisto. Il problema è soprattutto il ponte della Masone: un vero nodo critico per il deflusso del Toce in piena’’.

In un tavolo tecnico s’era concordato l’intervento, destinando i soldi a Provincia e ai Comuni di Vogogna e Pallanzeno. Sono partite le progettazioni ma la Regione ha fatto dietrofront dicendo che il finanziamento non sarà più dato. ‘’Se il progetto non stava in piedi – si chiede Blardone – perché è stato finanziato? E se c’erano da fare delle verifiche perché non farle prima? Così Pallanzeno continua a rischiare d’andare sott’acqua. Per avallare quel progetto non serviva molto: bastava usare i parametri utilizzati dall’Autorità di Bacino’’

Renato Balducci

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore