/ Digitale

Digitale | 20 maggio 2024, 10:31

Come arredare la tua abitazione: i nostri consigli

Come arredare la tua abitazione: i nostri consigli

Arredare la propria abitazione è una missione semplice. C’è chi è alla ricerca di idee per arredare da zero un nuovo appartamento, e può iniziare ad organizzare spazi che sono del tutto vuoti. Oppure ci sono coloro che vorrebbero rimodernare la propria abitazione, e si trovano a dover scegliere quali mobili tenere e quali invece sostituire. O, ancora, c’è chi vorrebbe riorganizzare solamente singoli ambienti, come ad esempio il proprio salotto.

Se siete alla ricerca di consigli, idee e suggerimenti per riarredare il vostro appartamento questo articolo è proprio ciò che fa per voi. Continuate a leggere per scoprire di più.

Salotto, cucina e sala da pranzo: ambienti separati o open space?

La cosiddetta zona giorno potrebbe essere strutturata in molti modi diversi, per cui è importante tenere in considerazione le singole caratteristiche della propria abitazione per decidere quali elementi di arredo acquistare e posizionare.

Negli ultimi anni si è diffusa molto la tendenza a realizzare degli ampi open space, dove salotto, sala da pranzo e cucina non sono spazi separati, ma sono aree prive di pareti divisorie. L’idea degli open space va di pari passo con il desiderio di avere spazi larghi e versatili, da riorganizzare rapidamente in caso di necessità. Ad esempio un buon open space è un’ottima soluzione quando si vuole organizzare una serata insieme a tutti gli amici, un'occasione in cui una semplice sala da pranzo potrebbe risultare stretta o limitante.

Di seguito abbiamo elencato alcuni consigli che potete riadattare facilmente a seconda della struttura del vostro appartamento.

Il salotto

Il salotto, chiamato anche soggiorno, è per certi versi la stanza più importante della propria abitazione. Qui si svolgono molte attività: si guarda la televisione, ci si sistema per leggere un libro, magari si finisce anche per lavorare su un tavolinetto.

Il comfort è probabilmente la caratteristica che in un buon salotto non dovrebbe mancare. Iniziate scegliendo un divano che sia comodo e spazioso, ma con delle dimensioni ben proporzionate al resto della stanza. Il divano non deve essere ingombrante, e in più può fare da elemento di divisione nel momento in cui si ha a che fare con un open space. Il divano, se ben posizionato, potrebbe costituire una sorta di spartiacque tra il salotto e la cucina o l’area in cui si mangia.

Per una maggiore versatilità vi suggeriamo di optare per un divano composto da più moduli, e che all’occorrenza possa anche diventare un letto. Con un divano letto sarà più facile avere ospiti in futuro. Inoltre nella scelta va tenuta in considerazione la qualità, motivo per cui bisognerebbe scegliere realtà affidabili come Vente Unique.

Oltre al divano potrebbe essere molto funzionale un piccolo tavolino da caffè. Non sottovalutate l’importanza dell’illuminazione. Oggi con i moderni impianti si possono alternare luci più forti a luci soffuse, così da usare quelle più adatte a seconda del momento.

La cucina

In cucina funzionalità e estetica dovrebbero andare di pari passo. Una cucina bella da vedere ma poco funzionale non è la scelta adatta per uno spazio in cui tutto dovrebbe essere organizzato con precisione.

Oggi molti per la propria cucina scelgono di acquistare un’isola, che consente di muoversi con maggiore agilità ed è un valido aiuto per suddividere i vari piani necessari alla preparazione dei propri pasti. Può essere molto utile per permettere a chiunque voglia di dare una mano in cucina, grazie alla presenza di altre superfici di appoggio.

Date la giusta importanza alla scelta dei materiali. La cucina deve durare nel tempo e non rovinarsi facilmente. Per questo molti suggeriscono di optare per materiali come il quarzo o il granito.

Anche in questo caso l’illuminazione fa la differenza, per cui non dimenticate di aggiungere delle luci per rendere più chiari i piani di lavoro.

La sala da pranzo

In questo paragrafo troverete consigli utili sia che la vostra sala da pranzo coincida con il salotto, sia che si tratti di uno spazio a sé.

Il primo elemento da cui consigliamo di cominciare a progettare la stanza è il tavolo. Oggi sono disponibili sul mercato molti modelli di tavoli allungabili, per cui potreste acquistarne uno che normalmente ha misure più compatte, e che sia pronto ad allungarsi all’occorrenza.

Per quanto riguarda le sedie dovrebbero essere esteticamente in linea con il tavolo e il più possibile comode. Non sarà difficile trovare sedie belle da vedere ma anche molto confortevoli.

Dal bagno alla camera da letto

Passiamo ora a degli ambienti più intimi, come il bagno e la camera da letto. Sono entrambe stanze associate al relax, seppur in maniera diversa. In camera da letto ci si riposa a fine giornata, magari guardando il proprio programma preferito prima di andare a dormire. In bagno invece ci si lava via la fatica della giornata, trascorrendo il tempo sotto la doccia o dentro la vasca.

La camera da letto

Per la scelta della camera da letto non mancano le alternative. Non si tratta solamente di decidere i colori, ma anche di optare per una precisa scelta di stile. Ci sono sia letti dal design minimale e essenziale, sia modelli caratterizzati da linee più barocche, come i tanto apprezzati letti a baldacchino.

I colori sono un elemento fondamentale in fase di scelta. Vi consigliamo di optare per dei colori tenui e leggeri, così che possano aiutare a conciliare il sonno.

Il letto non è l’unico elemento di arredo di questa stanza. Ai lati di un matrimoniale vanno posizionati dei comodini, con dei cassetti in cui sistemare tutto ciò che potrebbe servire durante la notte. Su ogni comodino va sistemata una lampada, così da accendere una luce di bassa intensità durante la notte, evitando dover usare il lampadario.

Un grande specchio non può davvero mancare, soprattutto se si vuole dare la giusta attenzione al proprio outfit prima di uscire.

Il bagno

Passiamo infine al bagno, dove ciò che più conta è l’organizzazione dello spazio, soprattutto se si ha un bagno di dimensioni contenute. La scelta tra doccia e vasca spesso dipende proprio dallo spazio che si ha a disposizione.

La doccia da questo punto di vista è una opzione adatta in ogni situazione, perché occupa davvero poco spazio. La vasca è un elemento che a volte viene considerato come opzionale, finendo così per realizzare una sorta di dicotomia: ci si lava velocemente nella doccia mentre ci si rilassa con calma nella vasca.


TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore