/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 07 giugno 2021, 15:20

Alpinismo: aperta sul Mottarone la nuova via "Amico Pier"

Intitolata da Bodi e De Ambrosis in ricordo di Pierangelo Lavarini

Alpinismo: aperta sul Mottarone la nuova via "Amico Pier"

Nuova via di arrampicata al Mottarone. Si tratta di “Amico Pier”, una linea di 55 metri di sviluppo, divisa in due tiri (L1 25m, L2 30m) e con difficoltà massima “6a+”.

La via è stata attrezzata a fix inox, a distanza mai elevata, con catene di sosta con anello di calata da Massimo Bodi, uno dei più attivi valorizzatori dell’arrampicata al Mottarone, e liberata con Marco De Ambrosis sabato 29 maggio 2021.

I due, Accompagnatori di Alpinismo Giovanile - rispettivamente del Cai di Stresa e della Valle Vigezzo - hanno mosso i primi passi nell’arrampicata negli anni Novanta scalando spesso in cordata con Pierangelo Lavarini, di Stresa, prematuramente scomparso sabato 12 dicembre 2020.

“Pier” nei primi Anni Duemila ha legato il suo nome all’apertura di diverse vie sulla Montagna dei Due Laghi, come “Il sogno è libero” (anche con Diego Vinzia, settembre 2006) sui Pilastri Occidentali e a più riprese ha collaborato alla riqualificazione delle falesie del Saas Buticc, soprattutto al Settore “Pera, Aquila”.

Proprio lungo questo settore, che presenta vie fino a 4 tiri per circa 100 metri di sviluppo, Bodi ha tracciato “Amico Pier”. “Due tiri – spiegano Bodi e De Ambrosis - che alternano tratti di placca a belle fessure, con un paio di passi atletici nei primi metri della via e l’uscita del secondo tiro, lungo una spettacolare fessura”.

Attrezzatura ottima a fix inox. Materiale: 10 rinvii, corda intera da almeno 60 metri. Difficoltà: L1 6a+; L2 6a (6a obbligatorio). Per gli amanti del “trad” le numerose fessure consentono di ripetere integralmente la via utilizzando le protezioni mobili.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore