/ Amministrazione

Amministrazione | 20 gennaio 2022, 12:00

Preglia, cavi elettrici più sicuri dove sono morti fulminati due gufi reali

Sono stati sostituiti da e-distribuzione su richiesta dell'amministrazione per tutelare l'avifauna locale

Preglia, cavi elettrici più sicuri dove sono morti fulminati due gufi reali

Due gufi reali morti fulminati nel giro di poche settimane, tra aprile e giugno dello scorso anno, lungo la strada che conduce all’Oasi di Preglia. I due rapaci notturni avevano urtato i fili elettrici della linea di media tensione così l'amministrazione di Crevoladossola aveva chiesto a e-distribuzione di mettere in sicurezza i cavi per tutelare l'avifauna del luogo ed evitare che si ripetessero episodi di questo tipo.

I lavori, appena conclusi, hanno visto la sostituzione dei conduttori nudi con altro tipo di cavi aerei isolati, che garantisco visibilità per gli uccelli e diminuiscono i rischi di incidenti. Come evidenziava la polizia provinciale dopo la morte del primo rapace ''l'impatto con i cavi elettrici è tra le cause di morte più  diffuse tra i rapaci, anche diurni''.

L'intervento lungo la strada dell'Oasi di Preglia era stato concordato durante un sopralluogo con e-distribuzione e con il personale dell'ufficio provinciale Rete Natura 2000 e forestazione che gestisce il sito ZPS - IT1140017 - Fiume Toce. “Ringraziamo -così l'assessore crevolese Mario Allegri- il personale intervenuto per la disponibilità e professionalità dimostrata ed e-distribuzione per l'esecuzione dell'intervento”.

 

“Siamo un'azienda sensibile alle tematiche ambientali – così Enrico Bottone, responsabile area regionale Piemonte e Liguria di e-distribuzione -. Orgogliosi di poter contribuire a salvaguardare la biodiversità: questi interventi saranno un modello da seguire per garantire sempre di più la massima integrazione tra infrastrutture energetiche, ambiente e territorio”.



Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore