ELEZIONI REGIONALI
 / Digitale

Digitale | 06 marzo 2023, 15:00

10 curiosità sui casinò che forse non conosci

Il primo casinò, le vincite più alte alle slot e altri fatti curiosi e poco conosciuti sui casinò

10 curiosità sui casinò che forse non conosci

Il mondo dei casinò è affascinante, sono tante le storie incredibili che si sono accumulate nel tempo e che ora sono ancora più numerose a seguito della nascita dei casinò online come Lucky Block, tra i migliori casinò Bitcoin

Il primo casinò è nato in Italia

Quando si parla di casinò, probabilmente la prima immagine che viene alla mente è quella della sfarzosa Las Vegas o della più vicina Montecarlo. Anche in Italia sono presenti quattro casinò: Sanremo, Campione d’Italia, Saint-Vincent e Venezia. Proprio quello di Venezia è stato il primo casinò al mondo, inaugurato nel lontanissimo 1638. Il termine “casinò”, del resto, viene da “casa”.

La vincita più grande alle slot machine è stata di 39,7 milioni di dollari

La vincita più grande della storia alle slot machine si è registrata nel 2003 all'Excalibur Casino di Las Vegas quando un ingegnere di Los Angeles ha giocato 100 dollari sulla slot Megabucks. Nomen omen: Megabucks (mega dollari) ha restituito 39,7 milioni di dollari, stabilendo un record tuttora imbattuto. A Las Vegas si contano qualcosa come 200.000 slot machine disponibili per i giocatori.

La vincita più alta alle slot machine online è stata di 17,8 milioni di euro

I casinò online offrono centinaia o addirittura migliaia di slot machine per i giocatori e anche su queste piattaforme si cominciano a registrare cifre sbalorditive. Che ne dici di 17,8 milioni di euro? È questa, infatti, la vincita record che è stata finora registrata nel 2013. L’ha realizzata un finlandese giocando a Mega Fortune e puntando appena 25 centesimi. In Italia la vincita più alta mai registrata è di circa 200.000 euro a Divine Fortune.

Le slot sono apparse per la prima volta nel 1887

L'origine di alcuni dei giochi da tavolo più famosi è spesso controversa, ma nel caso delle slot machine non ci sono dubbi: la prima ha visto la luce nel lontano 1887. Si chiamava Liberty Bell e venne realizzata da Charles Fell. Si trattava di un modello molto basico ma comunque rivoluzionario per l’epoca, capace di aprire la strada a una nuova e apprezzatissima categoria di giochi, oggi diffusa in tutto il mondo.

Il poker più lungo è durato oltre otto anni

 

l poker necessita non solo di una buona dose di abilità, strategia e fortuna, ma anche di pazienza e resistenza. Oggi i tornei di poker possono durare giorni, perfino mesi! Ma niente in confronto a quello che è successo nel 1881 in Arizona, negli Stati Uniti. Anche se questa storia è lontana nel tempo e può essere romanzata in parte, si racconta di un’incredibile maratona durata otto anni, cinque mesi e tre giorni. 

Il più grande perdente alla roulette del mondo

Robert Maxwell è stato un editore, imprenditore e politico britannico: un personaggio poliedrico, noto frequentatore anche dei tavoli verdi. Al Les Ambassadeurs Club di Londra è riuscito a perdere 1,5 milioni di sterline in tre minuti giocando su tre tavoli contemporaneamente. Un vero record! 

Un casinò in prigione

Nello Stato del Nevada in USA il gioco d’azzardo è così diffuso che è stato ammesso perfino nel carcere statale di Carson City dal 1932 al 1967. I carcerati potevano tranquillamente giocare a poker, blackjack, dadi e altro finché una legge ha vietato questa pratica definendola “degradante”.

Il casinò più piccolo al mondo

 

Grosvenor è una catena di 53 casinò britannici. Tra questi figura il casinò più piccolo al mondo che non ha un indirizzo perché si trova in un taxi, anzi è un taxi. Il taxi è stato allestito con un regolare tavolo da gioco, include un dealer e non manca il bar, of course. La corsa verso uno dei casinò della compagnia è gratis…

I numeri della roulette sommati danno 666

La versione più comune della roulette contiene 37 numeri, dallo 0 al 36. Forse non tutti sanno che se si sommano tutti i numeri presenti su una roulette la cifra che viene fuori è diabolica: 666!

Contare le carte al blackjack è legale ma il casinò può sbattere fuori il giocatore

Non esiste un vero e proprio divieto formale di contare le carte quando si gioca a blackjack: in definitiva, si tratta di un’abilità matematica che può sviluppare un giocatore. Tuttavia, se il casinò si accorge che il giocatore sta contando le carte, prima lo inviterà gentilmente a cambiare gioco e poi molto probabilmente lo butterà fuori o lo bannerà per sempre.

 

 

 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore