/ Economia

Economia | 29 novembre 2023, 07:47

Assenteismo, turnover e burn out: criticità che le aziende possono contrastare con un software di gestione del personale

Assenteismo, turnover e burn out: criticità che le aziende possono contrastare con un software di gestione del personale


Sono tante le sfide che le aziende devono affrontare al giorno d'oggi, molte delle quali riguardano la gestione del personale. In ogni mercato la competizione si è fatta sempre più serrata e la qualità delle prestazioni dei dipendenti può fare la differenza. Tuttavia se i dipendenti non vengono valorizzati, o messi nelle condizioni di rendere al meglio, si verificano criticità serie che incidono direttamente sulla produttività aziendale come assenteismo, turnover e burn out. Sono problematiche diverse tra di loro, tutte generate da una scarsa considerazione dell'azienda verso i dipendenti.

L'assenteismo è quel fenomeno che si verifica quando un lavoratore o una lavoratrice si assenta abitualmente, per diversi giorni, dal posto di lavoro. Questo significa maggior lavoro per gli altri dipendenti, costretti a svolgere le mansioni degli assenti, ma a discapito della qualità delle loro prestazioni e della produttività aziendale. Una situazione del genere inoltre crea malumori e frizioni in ufficio, che non depongono certo a favore del lavoro di squadra e rende pesante il clima in azienda.

Altrettanto preoccupante è il fenomeno del turnover, detto anche ricambio del personale, un termine che indica la continua assunzione di persone in sostituzione di dipendenti dimessi o licenziati in un determinato arco temporale. Perché succede? Perché i dipendenti evidentemente non si sentono gratificati, né professionalmente né economicamente, quindi cercano altrove un lavoro che possa farli sentire pienamente realizzati. Il turnover appesantisce il lavoro del team delle risorse umane, impegnate continuamente a cercare personale, ma aumenta anche i costi per l'azienda stessa che vede inoltre rallentare la sua produttività, perdendo terreno nei confronti dei competitor.

Infine c'è il fenomeno del burn out, che è relativamente recente, una sindrome legata allo stress del lavoro che porta all'esaurimento delle energie psico-fisiche. I dipendenti possono essere impiegati in mansioni non di loro competenza, o comunque che non li soddisfano, oppure possono sentirsi poco apprezzati, sviliti e poco valorizzati all'interno di un'azienda. Di conseguenza si limitano a svolgere il loro compitino, senza apportare alcun valore aggiunto all'azienda.

Tutte queste problematiche possono essere risolte con un efficace software di gestione del personale, che tramite un processo digitalizzato consente di monitorare l'andamento e le prestazioni dei lavoratori, dai piani di crescita e di carriera fino al monte ore lavorato.

Tra i migliori software in circolazione c'è Jotto, sviluppato da Jobtech e progettato specificamente per chi si occupa di risorse umane nelle PMI. Con Jotto è possibile monitorare tutti i dati e le informazioni sui dipendenti, ottimizzando la gestione delle attività quotidiane nei minimi particolari.

I dipendenti vengono dunque supportati in una crescita professionale costante, grazie alla quale possono affinare e migliorare le loro competenze e abilità per ambire un domani a posti di maggiore responsabilità e meglio retribuiti.

Le aziende a loro volta formano direttamente i dipendenti, limitando fenomeni come assenteismo, turnover e burn out, potendo contare su persone coinvolte che garantiscono una maggiore produttività e di conseguenza un maggior profitto.

WhatsApp Segui il canale di OssolaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore